TOY – TOY – 2012

Oggi il tempo a Roma è un pò uno schifo. E io devo uscire. Ma l’idea di dover affidare le mie sorti all’ATAC mi ha spinto a ritardare il più possibile il faccia a faccia con il “fantastico” servizio di trasporti della capitale.

Guardo nella pila dei cd arrivati da poco e decido di dare un nuovo ascolto al disco di debutto (omonimo) degli inglesi TOY, uscito un mesetto fa (si sono un pò in ritardo, ma anche noi di TRISTE© abbiamo una vita e soprattutto un lavoro)

Immagine

Da subito l’impressione è stata quella di tornare indietro nel tempo, con sonorità post-punk/new wave con un forte gusto pop (in senso buono). Nonostante una certa vena psicadelica (“Strange”, “Kopter”), rimarcata anche dalla (eccessiva?) lunghezza di alcune tracce, pezzi come “Motoring” o “Drifting Deeper” non hanno che potuto riportarmi alla mente Siouxie and the Banshees e i Cult di “Rain”. Tutto questo condito da un mood che spesso (“Dead & Gone”, “Lose my way”) strizza l’occhio alla spensiarata malinconia dei Pulp. Per guardare più vicini a noi, invece, non si possono che menzionare, come “prossimità artistica”, i loro amici The Horrors.

Un disco molto variegato quindi, in cui comunque i TOY riescono a mantenere una buona coerenza e una certa dose di novità, almeno rispetto al panorama attuale.

Un buon disco, in perfetta sintonia con le condizioni climatiche. Un disco da 7-7,5. Perchè oggi proprio non posso essere di manica larga. Soprattutto pensando all’ATAC.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...