(Make Me a) TRISTE© Mixtape Episode 93: Cloth

Cloth

Cloth is a minimal, alternative rock band made up of twins Rachael and Paul Swinton from Glasgow, Scotland. Playing shows since around 2018, their first record Cloth came out in Novembre 2019 on Last Night From Glasgow.
Recently signing to Mogwai’s legendary Rock Action record label (whose roster includes The Twilight Sad, Kathryn Joseph and Arab Strap), their new EP Low Sun was released in October, 2022 and was accompanied by a UK tour. Having been previously shortlisted for the prestigious SAY Award for their debut album, they wanted to explore new sonic textures and grander arrangements with Low Sun.
Cloth wrote the EP mostly during lockdown and feel that the tracks are at once bleak and beautiful, communicating both displacement and hope – emotions felt keenly by so many during that time. 

Continua a leggere

Arny Margret – They Only Talk About The Weather

Francesco Amoroso per TRISTE©

Era una notte buia e tempestosa.”
Quanti di noi associano questo incipit (“It was a dark and stormy night” in inglese) all’uso che ne faceva Snoopy come inizio delle sue storie?
Invece è una frase scritta da Edward Bulwer-Lytton nel romanzo Paul Clifford, pubblicato nel 1830. E se del barone Edward Bulwer-Lytton, a 150 anni dalla morte, nessuno si ricorda più, nonostante alla sua epoca ebbe un enorme successo di pubblico, di quella frase ci ricordiamo tutti. E’ diventata, anzi, una specie di topos letterario al quale si ricorre ogni qual volta si vuole un po’ prendere in giro una scrittura banale e sciatta.
Parlare del tempo – nonostante una volta fosse non solo considerato l’unico argomento non disdicevole da affrontare tra sconosciuti, ma anche uno degli elementi centrali delle arti letterarie e visive – è ormai considerato un modo neutro per avviare chiacchiere di circostanza, per eludere un imbarazzante silenzio.
Insomma il più classico esempio del parlare di nulla.

Continua a leggere

fhae – love you (Premiere)

fhae is a Meanjin-based experimental DIY solo project created by Ellena Ramsay, in which they combine ambient acoustic guitar and gut wrenching vocals. The project was first established in early 2021 and their first EP Fruits and Vegies quickly followed that same year. Ellena uses creative bedroom production paired with abstract household and DIY recording equipment. 
Layered vocals and melancholic harmonies are employed to devastating effect as they venture through various concepts and delivery methods, as with their “gibberish album” — ehu ofepr which doesn’t adhere to any language guidelines.

Continua a leggere

New North Wales – Minor Birds

Francesco Amoroso per TRISTE©

Se andassi a cercare sull’atlante geografico il New North Wales non lo troverei da nessuna parte. Allo stesso modo, se digitassi New North Wales su Google Maps, verrei indirizzato in due luoghi diversi e lontani circa 17.000 chilometri l’uno dall’altro: da una parte il Galles del Nord, parte della Gran Bretagna, con la sua lunga storia e le sue peculiari tradizioni, dall’altro il Nuovo Galles del Sud, regione dell’Australia che, nata come una colonia penale, è ora famosa per Sidney e per la sua Opera House.
Insomma il New North Wales geograficamente non esiste.
E, quel che più ci interessa, non esiste praticamente neanche dal punto di vista musicale. O, almeno, se ne erano perse del tutto le tracce da almeno tredici anni.

Continua a leggere

Weyes Blood – And In The Darkness, Hearts Aglow

Francesco Amoroso per TRISTE©

Ho davanti a me una pagina bianca, aperta per scrivere le mie impressioni sul nuovo album della divina (non riesco a fare a meno di usare questo aggettivo ogni volta che la nomino, ultimamente) Natalie Mering, in arte Weyes Blood.
E ho la forte tentazione di lasciarla così come è.
Anche se ascolto l’album da parecchio tempo, per parlarne volevo aspettare che uscisse ufficialmente, in modo tutti avessero l’occasione di ascoltarlo. Così mi sono trattenuto, un po’ fremente, nonostante sapessi di avere tra le mani un album superbo, un lavoro che non solo è tra i migliori dell’anno in corso, ma che è destinato a rimanere nel tempo.
Eppure, ora che è venuto il momento di raccontarlo, di dare il mio (per quanto non richiesto) punto di vista, ho la forte tentazione di non dire nulla. Di lasciar parlare la musica.

Continua a leggere