(Make Me a) TRISTE© Mixtape Episode 43: Olivier Rocabois

Olivier Rocabois (credit: Alain Bibal)

Self-taught Breton singer-songwriter Olivier Rocabois was born in 1974. Quite soon he abandoned his studies in law and history to devote himself to his passion: Anglo-Saxon pop, The Beatles and their descendants. He, then, founded a myriad of groups in Rennes and then in Paris. ALL IF group was created in 2008 with Antoine Pinchot and Valentin Dutrey. A hundred concerts and a couple of self-produced records later, the album Absolute Poetry was released in the summer of 2017 (Pschent Music / Alter K). He also created a cover duet with German musician Jan Stümke: Puppets Of Digression. In addition, Olivier gladly lends his pen and/or his voice to more electronic obedience projects: Slove, Plaisir de France, Fedou, Kool Bandits, Now. Married, father of two boys, he lives as a recluse in his cottage in Yvelines. Raised on cult albums (Ram by McCartney, Giant Steps by the Boo Radleys), Rocabois developed an eclectic taste for the refined and the organic. His first solo record, the magnificent Olivier Rocabois Goes Too Far, was released on April 2, 2021 for the Acoustic Kitty label.

Continua a leggere

The Courettes – Back in Mono

Tiziano Casola per TRISTE©

Intorno ai 12 anni, come tanti altri occidentali in altre decadi, feci la scoperta di Eleanor Rigby e decisi che sarei diventato un fan dei Beatles. Per farlo però bisognava essere preparati e, in un’epoca ancora pre-web, questo avrebbe richiesto parecchio tempo. Acquistai dunque (probabilmente in un mercatino dei libri usati, ipotizzo al borgo di Nettuno, ma chissà) il libro “Le canzoni dei Beatles” del 1969, una raccolta di testi dei fab4 che periodicamente rispunta fuori nelle librerie in forma riedita, in cui – attenzione – ai testi della canzoni sono affiancate splendide illustrazioni psichedeliche dell’epoca, curate da Alan Alridge.

Continua a leggere

Vanishing Twin – Ookii Gekkou

Francesco Amoroso per TRISTE©

Ho sempre avuto la sensazione che gli appassionati di musica formino miriadi di piccoli mondi che, pur orbitando intorno allo stesso sole (la musica, appunto), non riescono mai a incrociare le proprie orbite.
Alla musica ognuno di noi chiede qualcosa di diverso e spesso ciò che è soddisfacente per alcuni, risulta del tutto inutile o eccessivamente ostico, o, magari, assolutamente banale per altri.

Due piccoli mondi musicali che continuano a scontrarsi e non si incontrano praticamente mai sono quello degli appassionati di sperimentazioni sonore e quello di coloro che a una canzone chiedono fruibilità e immediatezza.

Continua a leggere

James Blake – Friends That Break Your Heart

Carlotta Corsi per TRISTE©

Da qualche mese ho gli occhiali e li odio.
Mi sento come in una crisi puberale, mi infastidiscono, non sopporto la pressione sulle tempie e il riflesso delle luci sugli occhi è controproducente.
Spesso mi innervosisco così tanto: perché vedo il mondo tutto distorto d’improvviso?
Vorrei solo vedere bene come prima. 

È un bel capriccio con il quale passare un po’ di tempo, un ottimo alibi se penso poi che se anche tornassi domani a vedere come prima, tutto sarebbe diverso e io vedrei esattamente come guardo oggi le cose.

Continua a leggere

(Make Me a) TRISTE© Mixtape Episode 42: Natalie Jane Hill

Natalie Jane Hill

Austin, TX Songwriter Natalie Jane Hill recasts the purest sort of folk music in a modern light, distilling intricate guitar picking and throaty, emotion-laden melodies into songs whose simple contours give way to hidden crevices and eccentricities. Her voice is like a breeze through the trees and her debut album Azalea caught a lot of attention last year (here!). Solely, her second album, again on Dear Life Records, adds pedal steel from Mat Davidson and Bob Hoffnar, as well as wonderful cello parts that recall Nick Drake.
Her incredible fingerpicking and her guitar are still the rocks around which her music is built, but her voice, with a distinct quick vibrato, is the unmistakable and unique feature of the record, reminding Sandy Denny or Linda Thompson.

Continua a leggere