Ed Dowie – The Obvious I

Francesco Amoroso  per TRISTE©

Per scrivere qualcosa di interessante su un album che mi piace, evitare di riportare quasi pedissequamente la cartella stampa e di ripetere quanto si potrebbe trovare ovunque in rete, di solito cerco una scintilla, un’idea, qualcosa che, anche a prescindere dal diretto contenuto dell’album che voglio raccontare, possa creare un collegamento con una lettura che mi ha particolarmente colpito, con un’opera d’arte, o, ancora, con le mie esperienze quotidiane e con le mie reminiscenze.

Spesso, tuttavia, il legame è così labile che il tentativo riesce a metà e, a volte, fallisco totalmente e devo limitare i miei voli pindarici e fare il “recensore” (per quanto, di solito, poco professionale e molto entusiasta).

Continua a leggere

Alfa Mist – Brings Back

Carlotta Corsi per TRISTE©

È un tempo nevrotico quello in cui viviamo:
Se potesse essere personificato, somiglierebbe a quel personaggio che si trova dentro la metro dopo le mezzanotte, con tic molto sospetti e vestiti e unghie troppo sporche per una vita serena e regolare.

Eppure, c’è un che di poetico in questo nostro tempo.. Alcuni hanno persino provato a richiamare l’attenzione sul concetto d’importanza storica, ma l’essere umano è una specie in evoluzione che si nutre del presente per poter guardare al futuro, quindi quando questo viene meno tendenzialmente ci ritroviamo tutti dentro ad uno stagno.

Continua a leggere

Charlotte Spiral – New Light

Vieri Giuliano Santucci per TRISTE©

A Febbraio 2020 Amy Spencer e Avi Barath uscivano, a nome Charlotte Spiral, con il loro EP di debutto “Ideal Life”. Sappiamo tutti come è andato il 2020. E come è andato già un terzo del 2021.

Io intanto, per “riempire il tempo”, ho ristrutturato una casa e fatto un trasloco. E non ce la faccio più. Ho in nervi a fior di pelle e ancora non è cambiato nulla. Anzi possibilmente la situazione è peggiorata perché si è perso quel fascino del nuovo da “fase 1” (ve le ricordate le fasi?).

Ad Aprile 2021 i Charlotte Spiral sono tornati con un nuovo EP intitolato “New Light”. Speriamo questa volta ci azzecchino.

Continua a leggere

Winds – Look at The Sky

Francesco Giordani per TRISTE©

Poco so e altrettanto poco sono riuscito a scoprire sui Winds, vuoi perché con un nome così inimicarsi gli algoritmi di Google è davvero uno schiocco di dita vuoi anche perché in pochissimi sinora ne hanno scritto.

Eppure mi è bastato un singolo brano (peraltro condiviso in prima battuta su queste stesse pagine, sponda Facebook) a farmi annusare un distinto profumo di grandezza.
The Way You Feel, con quel suo riff sciolto in mossa grafia Girls (spero di cuore non li abbiate dimenticati…), grazie anche al fatale innesco di uno spudorato quanto felicissimo ritornello in falsetto, è una canzone semplicemente perfetta, una hit neo-psych-pop fatta e finita che, in altre epoche, avrebbe rubato scena e classifiche (nonché milionarie sonorizzazioni pubblicitarie) a Empire of The Sun o MGMT senza grossa fatica.
Non vivevo una folgorazione così istantanea dai tempi di The Look dei Metronomy ed è tutto dire.

Continua a leggere

Balmorhea – The Wind

Peppe Trotta per TRISTE©

Quanto può incidere la forza di volontà nelle nostre vite? Quanto può essere determinante nel perseguire un obiettivo che appare quasi irraggiungibile? Basterebbe ripensare a ciò che una quindicenne svedese è riuscita a mettere in moto attraverso la sua sincera ostinazione per avere una risposta, a quanto sia cresciuto il movimento ambientalista giovanile grazie al suo operato.
Greta Thunberg è così diventata rapidamente un’icona che con le sue riflessioni ha inciso sulla visione di molti, ragazzi e non, e i suoi pensieri raccolti durante la traversata dell’Atlantico sono parte dell’ispirazione da cui nasce il nuovo lavoro dei Balmorhea.

Continua a leggere