Chilly Willies – Spoil the Party with the Chilly Willies

spoil the partyFrancesco Giordani per TRISTE©

Scrivere dei Chilly Willies è per me come tentare di descrivere una passeggiata al mare, appena uscito dall’ufficio, in quell’ora indefinita, così piacevolmente sfumata – diciamo grossomodo fra le 19 e le 21-  in cui tutte le cose, come arrendendosi, cedono il passo alle loro ombre pigramente allungate sulla sabbia. Nella testa si affastellano ancora confusi progetti e talvolta rimpianti legati al magro bilancio di giornata ma a prevalere è soprattutto, in quell’ora, la calma del ricordo, la certezza tranquilla di essere ancora vivi o, perlomeno, sopravvissuti.

Continua a leggere

Annunci

Caught In The Wake Forever – Waypoints

cover

Peppe Trotta per TRISTE©

È ormai da molti anni che noto come i gruppi che emergono dal cosiddetto indie italiano sembrino fare a gara nello scegliere le denominazioni più assurde, spesso sfiorando il ridicolo. Non so a cosa sia dovuto e personalmente ritengo che questo trend ben rappresenti un vuoto qualitativo che tante volte si nasconde sotto queste sigle.

Esattamente agli antipodi si pone la scelta operata da Fraser McGowan quando ha iniziato il suo personale percorso musicale adottando lo pseudonimo Caught In The Wake Forever, vero e proprio verso capace di restituire liricamente il portato emozionale che da sempre accompagna le sue traiettorie sonore.

Continua a leggere

Thom Yorke – Anima

anima

Francesco Blasilli per TRISTE©

Meglio di quanto mi aspettassi.

Questo il mio primo pensiero su Anima di Thom Yorke, mentre sudando senza un domani, lo ascoltavo al mattino presto del giorno della sua uscita.

Certo è che sembra proprio un disco cucito su misura sulla danza piuttosto stramba del nostro eroe.
Sembra quasi che suoni e note siano state scelte accuratamente per accompagnare i suoi movimenti, mentre – di norma – sarebbe il contrario: prima la musica, poi la danza. Continua a leggere

David Allred – The Cell

the cell

Alberta Aureli per TRISTE©

Qualcuno mi dice che dovrei sentire The Cell di David Allred, è un disco notturno che potrebbe piacermi parecchio.
Mentre lo dice mi viene in mente Tenera è la notte e nei giorni dopo ci penso ancora, ma non al libro, non solo almeno.
Penso al titolo del libro, e alla notte che si taglia in due senza coltello, che scivola lenta e morbida fino alla luce del mattino. Penso che Nicole è pazza e Dick la cura e penso che Rosemary, be’, Rosemary è giovane.

Continua a leggere

Christelle Bofale – Swim Team

Christelle Bofale - Swim Team

Carlotta Corsi per TRISTE©

Esattamente come tutti, credo, da una vita cerco di combattere i pensieri negativi che attraversano la mia mente, procedendo a tentoni, nutrendo con il mio pressapochismo un circolo vizioso che ha permesso al giudizio di diventare spesso un problema ingombrante e un limite.
Ho attraversato le fasi più significative della vita con questo atteggiamento ed ho permesso che questo rendesse molto più complicate certe cose nell’oggi; come il mio “lasciar andare le cose”. A diciotto anni mi tatuai “Let it Be”, ma sapevo benissimo che avrei capito il suo significato solo anni dopo. Avvicinarsi ai trenta ti rende magico, insomma.

Continua a leggere

Curlicues – Private Life

Private Life

Francesco Amoroso per TRISTE©

Ogni volta che torno a casa dal lavoro mi basta aprire la porta perché mio figlio (quasi) settenne lasci qualsiasi attività nella quale sia indaffarato al momento e corra ad abbracciarmi con grandissimo slancio.
Accade tutte le sere, immancabilmente, eppure ogni volta la pura e assoluta gioia che scaturisce da questo semplice e sentito gesto si rinnova, come fosse inaspettata e nuovo.

Succede, seppur non in maniera così travolgente (la passione per mio figlio è superiore anche a quella per la musica), qualcosa di simile quando, grazie a contatti coltivati nel tempo, arriva con la posta un cd inatteso, mandatomi da qualche artista che ho apprezzato e supportato nel tempo.
Continua a leggere

Bill Callahan – Shepherd in a Sheepskin Vest

BillCallahan1548185150259142

Peppe Trotta per TRISTE©

Una luce diversa sa costruire punti di vista inediti, aprire a uno sguardo nuovo in cui si riversa il passato e si intravede il futuro. È qualcosa che forse cerchiamo costantemente, ma che giunge spesso inatteso scaturendo da ciò che accade scandendo lo scorrere del nostro tempo. Una visione matura, intrisa di nuova consapevolezza.

Continua a leggere