Adam Record

Marica Notte per TRISTE©

E’ da molto tempo che non ascolto musica italiana. Non ne sento la necessità, forse perché c’è ben poco, allo stato attuale, di particolarmente interessante. Qualche anno fa, invece, dedicavo più tempo e ascolto al Made in Italy, anche se non ero orientata verso generi leggeri, adatti agli anni giovanili.

Delle molte canzoni (anche se è molto riduttivo definirle così) di De Andrè la frase che spesso mi ritorna alla mente è “sono state giornate furibonde senza atti d’amore”.
Improvvisamente la ricordo e immediatamente mi accorgo di quanta verità ci sia dietro quella affermazione. Di come lasciamo trascorrere il tempo senza “atti d’amore”, senza (aggiungo) “atti non individuali”.

Alla fine non è difficile creare momenti amorevoli. Bastano pochi minuti per avvicinarsi gli uni agli altri, senza troppo rumore. Senza troppi eroismi.
E a volte, basta semplicemente saper ascoltare anche le voci più delicate, e saper accarezzare anche le pelli più sensibili. Avere un tocco diverso.

AdamRecord
Adam Record non è solo musica. È anche una mano colorata, leggera e piena di fantasia che viene dalle rosse colline dello Southern Utah. Come musicista Record nasce all’età di cinque anni “strimpellando un pianoforte”, mentre come illustratore nasce traendo ispirazione dai vecchi libri per bambini e da consumati poster vintage. In entrambi i suoi stati, Record ci offre la sua immaginazione raccontandola attraverso il tempo e animandola con linee e colori.

Demos (Aprile 2015) è il terzo lavoro di Adam, preceduto da Rifle e Stille (Dicembre 2013, che vi invitiamo ad ascoltare sul bandcamp dell’artista). In Demos le corde della chitarra girano sulle tipiche melodie indie-folk americane esempio è Blues Fields (dove si chiarisce meglio il perché “melodie americane”). In  Planes in the Sky e White Fish Bay esce fuori tutta la bravura  e la dolcezza di Record, e se si vuole scoprire il tocco delicato del pianoforte basta tornare un po’ indietro e ascoltare Rifle.

Adam Record continua ad essere quel bambino felice che corre in bici. Senza aver paura di cadere.

La musica è piccoli istanti d’amore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...