Shadow Band – Wilderness Of Love

shadowband_wildernessofloveAlbert Brändli per TRISTE©

Ho circa dieci anni e sono nel mio letto.

Dopo aver visto un film che – certamente – mi ha impressionato, riesco a vedere la sagoma di un figuro che muove la mano con fare minaccioso. Ho paura, ma non mi muovo. Resto lì – tra le mie lenzuola – fermo ad aspettare che qualcosa di spiacevole accada.

Ripensandoci, poi, riuscii a capire che si trattava semplicemente di un gioco di luci e ombre, ma credetemi, passarono delle ore finché non mi addormentai.

Continua a leggere

Charlie Cunningham – Lines

charliecunningham_linesFiamma Giuliani per TRISTE©

Amo camminare in città.

Anche se a Roma (tra le salite e le discese, le buche, i guidatori indisciplinati e distratti e la segnaletica non sempre evidente) può essere piuttosto pericoloso, soprattutto per chi, come me, anziché concentrarsi sulla strada rischia di perdersi in un particolare o nella musica che sta ascoltando.

Con Lines, album di debutto del britannico Charlie Cunningham, durante uno dei miei tragitti casa/tribunale, ho rischiato di arrivare tardi e di perdermi non solo nella musica, ma anche in un quartiere che conosco piuttosto bene.

Continua a leggere

Julie Byrne – Not Even Happiness

juliebyrne_notevenhappinessMarica Notte per TRISTE©

Non è una breve prosa moralistica questa, è un parlare sincero è un tentativo di rendere corporea la mente.

Io credo nell’anima. Credo nell’intoccabile, nell’indicibile, nell’inudibile. Perchè credo che dei sensi ci si possa servire anche al contrario.

Io credo nell’anima in vita e so che questo non vale del tutto, perché l’importanza di questo soffio, vento nel viale di ciliegi in fiori, deve essere eterna.

Continua a leggere

VeiveCura @MA – Catania, 28/01/2017

veivecura_ma

Foto di Sara Timpanaro

Albert Brändli per TRISTE©

“La musica aiuta a non sentire dentro il silenzio che c’è fuori”

Ed è proprio il silenzio quello che “sento” oltrepassando l’uscio di casa. Inusuale per un sabato sera. Forse è per via della pioggia che imperterrita continua a bagnare il lastricato del centro città.

Un live molto atteso quello di stasera, quindi a fermarmi non sarà certo un liquido con percentuale alcolica pari allo 0%. Continua a leggere

Adorable – Against Perfection

adorable_againstperfectionFrancesco Amoroso per TRISTE©

Ci sono quelle band che hai amato, magari intensamente, per qualche anno, o anche solo per qualche mese e che poi hai abbandonato, lasciandole lì in un angolo del tuo cervello (e del tuo cuore), dimenticate ma non cancellate.

E lì, in quell’angolino, sono rimaste fino a quando, decine di anni dopo, un incontro casuale su internet, il ritorno sulle scene di uno dei suoi membri o una qualsiasi altra causale circostanza, non te le ha fatte tornare in mente all’improvviso.

Allora non puoi che correre ad ascoltarle di nuovo e sai già che l’amore si rinnoverà immediatamente, anche se per una sola volta ancora, prima di tornare ancora in quel dimenticatoio pullulante di grandi e fugaci amori musicali.

Continua a leggere

Foxygen – Hang

foxygen_hangAlbert Brändli per TRISTE©

Benvenuti a teatro, dove tutto è finto ma niente è falso.

Ed è proprio la sensazione che ho provato ascoltando Hang, ovvero quella di stare seduto di fronte al proscenio, immaginando persino i persanaggi: androgini e dai colori scintillanti.

Sembra quasi di assistere ad uno di quegli spettacoli hollywoodiani, dove tutti danzano e cantano in modo isterico. Continua a leggere

The XX – I See You

the-xx-x-davy-evans-i-see-you

Giacomo Mazzilli, TRISTE®

Spesso mi rendo conto che ho fatto delle iperboli il mio stile di vita. Affermazioni che sono ben al di là del loro valore reale. Forse per creare scompiglio – sorprendere – forse per rimarcare un punto di vista; io che spesso non dico.

It’s dangerous, compensare le poche parole dette con la ferocia di quelle urlate. Un comportamento che ha solo valore statistico e che nella realtà offende e innamora, difende  e logora.

Continua a leggere