Raoul Vignal – The Silver Veil

Francesco Amoroso per TRISTE©

Vorrei prevenire ogni vostro possibile dubbio, ogni vostra lamentela: lo so anche io che non si scrivono recensioni in un momento di rabbia, né sull’onda dell’indignazione. Non l’ho mai fatto, ma spesso ne ho avuto la tentazione.

Questa volta, però, facendo mio l’arcinoto adagio di O. Wilde, secondo il quale si può resistere a tutto ma non alle tentazioni, mi lascio andare.

E’ da qualche settimana che in rete si parla del giovane francese Raoul Vignal. E se ne parla piuttosto bene. All’Attimo Fuggente uno dei suoi brani l’abbiamo scelto come singolo della settimana e le recensioni che si trovano in giro sono tutte piuttosto positive.

Qual è il problema allora, direte voi?

Continua a leggere

Laura Marling – Semper Femina

Sara Timpanaro per TRISTE©

C’era una volta una ragazzina che si divertiva con la BMX dei fratelli e faceva delle vere e proprie marachelle, suonava di proposito i campanelli di sconosciuti per poi scappare, andava dove trovava le discese ripide e si lanciava per sentire la sensazione di vuoto in pancia e il vento tra i capelli, rientrava in casa sporca di terra o fango e se avesse potuto avrebbe vissuto sempre in giro, sempre in strada.

Insomma un vero maschiaccio.

Continua a leggere

Itasca @Unplugged in Monti @Black Market – Roma, 10/04/2017

Vieri Giuliano Santucci per TRISTE©

Non è la prima volta che mi capita di passare la vigilia del mio compleanno seduto nella saletta del Black Market ad ascoltare un live.

Era successo tempo fa con i Quilt, e si ripete quest’anno con l’attesissimo (almeno per noi) tour di Kayla Cohen.

E’ sempre bello festeggiare con la musica.

Continua a leggere

JFDR – Brazil

Peppe Trotta per TRISTE©

A volte sembra di vivere più giorni condensati in un unico ciclo di ventiquattro ore e spesso questa sensazione è legata alla continua mutazione di un cielo instabile.

Apri gli occhi su un azzurro denso e luminoso e ti ritrovi ad osservare grigie nuvole minacciose che plasmano astratte figure vaporose per poi tornare nuovamente a godere di un confortevole calore primaverile.

Una sorta di viaggio immobile, la stessa sensazione che mi regala ad ogni ascolto Brazil.

Continua a leggere

Timber Timbre – Sincerely, Future Pollution

Albert Brändli per TRISTE©

Chi di noi – anche per una sola volta – non ha immaginato di vivere in un altro periodo storico-musicale che non sia quello in cui viviamo?

Io, per esempio, ho spesso immaginato di vivere a cavallo tra i 70′ e gli 80′, gli anni della disco dei bee gees, donna summer, gloria gaynor (per citarne qualcuno) ma anche gli anni in cui il rock non sarebbe stato più lo stesso.

Gli anni in cui nascevano i Cure, i Joy Division, i Bauhaus.

Continua a leggere

Ned Roberts – Outside My Mind

Vieri Giuliano Santucci per TRISTE©

Sono passati 4 anni e mezzo da quando con Giacomo abbiamo dato vita a questo blog/passatempo/divertimento/impegno/stress (a seconda dei momenti).

Oltre alle molte persone che ci seguono e che, a loro volta, sono diventate compagne di viaggio in questa esperienza, l’altra grande soddisfazione che abbiamo avuto in questi anni è stata quella di scovare interessanti artisti per poterveli raccontare.

E ancora maggiore è la gioia quando, a distanza di anni, quegli artisti confermano le nostre prime impressioni.

Continua a leggere

Woods + Persian Pelican @Monk Club – Roma, 1/04/2017

Vieri Giuliano Santucci per TRISTE©

A volte faccio tanti km per il cibo (cfr. qui), a volte invece faccio molti km per la musica.

Per andare ad ascoltare artisti che, magari, difficilmente passano dall’Italia (cfr. qui e qui) o che, seppur raggiungono il nostro paese, non scendono fino alle latitudini romane (cfr. qui).

Qualche hanno fa uno di questi viaggi mi portò sulle spiaggie di Marina di Ravenna. Sabato scorso invece, finalmente, i Woods sono finalmente arrivati a Roma.

Continua a leggere