Marika Hackman – We Slept At Last

Peppe Trotta per TRISTE©

Quarantacinque chilometri circa in poco meno di un’ora, cinque giorni alla settimana. È il mio percorso casa-lavoro. A volte succede che durante questo tragitto mi ritrovi ad attraversare condizioni climatiche differenti con variazioni repentine. Parto con una fitta pioggerella e mi ritrovo dopo un po’ all’asciutto, immerso nella nebbia. Continuo e appaiono sprazzi di sole, finisco per arrivare a destinazione sotto un cielo nuvoloso attraverso cui giunge una flebile luce.

Devo dire che quando succede non mi dispiace affatto. Aggiunge una salutare imprevedibilità alla routine e mi consente di rimanere attento durante la consueta peregrinazione.

marikahackman_wesleptatlast
Marika Hackman è una giovane songwriter la cui musica ha lo stesso sapore di un simile viaggio. Inglese, poco più che ventenne, ha già all’attivo una serie di ep nei quali ha sperimentato varie forme sonore per presentare  le sue canzoni.

We slept at last è il suo esordio sulla lunga distanza e rappresenta una sintesi di questa sua iniziale ricerca. Il disco esplora nelle sue dodici tracce varie soluzioni musicali che vestono di volta in volta ogni singolo episodio, il cui nocciolo è stato composto dalla Hackman in solitudine, con l’ausilio della sua chitarra.

Si passa così da brani di respiro corale (l’iniziale Drown, Ophelia) a racconti intimi, dall’arrangiamento spoglio, in cui domina la morbida vocalità di Marika (su tutte la splendida Claude’s girl), dai ritmi pop di Animal fear alle atmosfere cupe di Undone, undress.

Malgrado le soluzioni siano eterogenee il disco conserva costante la sua atmosfera umbratile e malinconica, che affascina e incanta. Sfugge alle facili catalogazioni Marika Hackman, definirla una folksinger sarebbe molto riduttivo. Ama la contaminazione e in questo suo lavoro è stata coadiuvata in modo prezioso da Charlie Andrew.

We slept at last non è un punto di arrivo, ma sicuramente un’ottima partenza per quella che sarà sicuramente la feconda carriera di un’autrice che non ama i percorsi monotoni e prevedibili. Aspettiamo ansiosi quindi di farci nuovamente sorprendere lungo il cammino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...