Tallows – Memory Marrow – 2013

Tornare al lavoro dopo le vacanze estive è sempre complicato. Riprendere il ritmo è davvero una fatica perchè la voglia e la capacità di concentrazione sono ancora poche. E se ci aggiungi il molto lavoro arretrato accumulato, questa combo genera strane alchimie il cui risultato immediato non è altro che fomentare la mia malcelata ipocondria.

Che c’entra tutto questo con la nuova review di oggi? Assolutamente nulla. O forse si. Non so. Ho uno strano fastidio al naso che non riesco a spiegarmi…Eccovi i Tallows e il loro interessantissimo debut album Memory Marrow.

tallowsForse i più attenti avranno notato che nei mesi passati più volte avevamo postato nelle nostre pagine socialmediatiche quelle che erano state le prime canzoni messe in rete dalla band dell’Oklahoma: Soft Water e Small Talk lasciavano infatti ben presagire e per questo avevamo seguito il gruppo con attenzione.

Qualche settimana fa escono il video ufficiale di Soft Water e 1414 ad anticipare ufficialmente l’uscita di questo debut che conferma appieno le prime ottime impressioni.

I Tallows mettono assieme un disco ottimamente bilanciato. Un elettropop sperimentale à la Animal Collective o Francois and the Atlas Mountains (così come Vadoinmessico) mescolato ad un approccio più “pacato” vicino a gruppi come Local Natives (ma non prendete tutto questo troppo alla lettera). Pieno di suoni che si rincorrono e intrecciano senza mai strafare, il disco ha forse proprio nella già nota Soft Water uno dei miei pezzi preferiti, ma anche la prima traccia del disco, Everyone & a Telephone, così come High Brow meritano una menzione speciale.

Un album davvero interessante, dove i Tallows mostrano buona personalità e originalità, andando oltre i semplici riferimenti da me citati (sentitevi il pezzo conclusivo, Head Down & in a Hurry). Se a questo unite la felicità personale di aver visto giusto nel seguire con attenzione questa band, capirete perchè questo disco mi è molto piaciuto.

Un piacevolissimo e a tratti spensierato esordio per questa band. Un disco fluttuante. Sul pelo dell’acqua. Che cosa vuol dire? Non lo so di preciso. Ma è così che mi fa sentire. E se volete sentirvi così anche a voi, potete dare un ascolto al disco sulla pagina bandcamp dei Tallows.

Voto: 7

Certo questa strana sensazione al naso non vuole proprio andar via…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...