Allo Darlin @the Lexington, London – 23/07/2014

Il bassista degli Allo Darlin è il mio nuovo idolo. Come potrebbe non esserlo quando, con la sua band (che dovrebbe prevedere due persone ma ieri era in “solo”) Moustache of Insanity, introduce l’ultima canzone con un: “this is a song” seguito da una risata incredibile. Ah-Ah.

Ho iniziato con un aneddoto divertente (almeno per me buahah), ma avrei potuto iniziare parlando del Lexington pub, luogo culto per gli amanti della musica indie che tutte le settimane oltre a live incredibili, ospita ogni lunedì il Pub Quiz della Rough Trade (ecco il prossimo se foste interessati). Per me è stata incredibilmente la prima volta, dato che non sono famoso per la mia puntualità ed essere puntuali quando escono i biglietti dei live qui, è fondamentale.

La sala è piccola, ma splendida, tiene più o meno 150-200 persone al massimo, ed il suono è spettacolare. Davvero. La sera prima ero ad un altro concerto, in un posto ben più grande ed il suono è stato senza dubbio il motivo per cui non saprete mai chi suonava. Allo Darlin Lexington

Noi di TRISTE©, amiamo gli Allo Darlin, motivo per cui nel 2012 li abbiamo messi al numero 2 della nostra Top 5 con il loro splendido Europe. E amiamo Elizabeth Morris (di cui già vi avevamo raccontato il live romano per Unplugged in Monti), la cantante nonché figura principale del progetto con quella sua voce inconfondibilmente amabile.

Vista la grandezza della sala, il concerto ha assunto subito una dimensione familiare, ed i discorsi, le battute e gli scherzetti fra i membri della band hanno reso l’atmosfera perfetta. Nella setlist hanno trovato spazio sia canzoni degli album precedenti sia canzoni che verranno incluse nel nuovo album in uscita ad ottobre, come annunciato da Lizzie.

Fra le canzoni eseguite, Europe splendida e dolce come solo loro potrebbero, The Letter un’altra gemma pop, Capricornia – Elizabeth per questa mette da parte l’ukulele e sfoggia una bella stratocaster rossa – e The Polaroid Song la canzone che scalda la sala. La mia menzione speciale va peró a Tallulah, eseguita ukulele e voce da Elizabeth, senza dubbio una dimostrazione illuminante delle capacita’ della cantante.

Una serata bellissima, che mi ha dato conferme – se ce ne fosse bisogno – di come questa band non venga apprezzata tanto quanto merita. Una serata resa ancora piú bella dal fatto che al bar del Lexington servono la Sam Adams ( la birra preferita di Denis Pelli).

PS: il link qui sotto è del 2012 lo so, ma era uno dei migliori che ho trovato.

Annunci

2 pensieri su “Allo Darlin @the Lexington, London – 23/07/2014

  1. Pingback: Allie Smith – Smith Family Tree | Indie Sunset in Rome

  2. Pingback: Allo Darlin’ – We Come From The Same Place | Indie Sunset in Rome

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...