The Cairo Gang + Eileen Zeller @Unplugged In Monti @Black Market – Roma, 16/02/2015

Dopo la pioggia e il freddo di Milano dove nel week-end avevo potuto vedere lo splendido live degli Alt-J immerso nell’enorme pubblico arrivato per l’evento, avevo una certa voglia di tornare a casa. E casa, da un po’ di anni, è anche Roma.

Casa ha anche il significato di familiarità, calore e intimità. E in questa definizione rientra anche uno dei nostri locali preferiti, il Black Market. Fatto è che Lunedì, appena arrivato, era in programma una nuova serata della rassegna Unplugged In Monti.

Ottimo. Torniamo a casa.

EmmettKelly_UIM In apertura di serata doveva esserci il live di Giacomo Amaddii Barbagli, frontman della band italiana Abiku, ma causa influenza (certificata) ha dovuto dare forfait. In extremis però, appena arrivata in Italia, la giovane Eileen Zeller lo ha degnamente sostituito.

La cantautrice tedesca, accompagnandosi con il suo ukulele, ha presentato una piccola parte del suo repertorio, fatto dei melodie dalle venature melanconiche e, soprattutto, affidato ad una piacevolissima voce. Il tutto con un sentore vagamente Allo Darlin che non può che farci piacere

Il main act è invece quello annunciato: dagli States sbarca a Roma Emmett Kelly, produttore della immensa Angel Olsen e collaboratore, tra gli altri, di Bonnie “Prince” Billy.

Emmett è noto anche per il proprio progetto The Cairo Gang, con il cui nome ha registrato una serie di album, a partire dal 2006, e alcune collaborazioni proprio con Bonnie “Prince” Billy.

Se le basi sono il folk e il rock (‘n’roll) dalle venature blues, Emmett è in grado soprattutto di mostrare in questo live tutta la bellezza delle sue liriche. Le canzoni, ridotte alla loro essenza in questa versione chitarra-voce, mantengono tutta la loro forza ed esaltano le qualità dell’artista statunitense.

Si spazia dal passato dell’autore a pezzi del più recente Tiny Rebels (2013), passando per nuove canzoni in uscita nel prossimo futuro, cover degli Everly Brothers e una splendida esecuzione a cappella di una canzone popolare irlandese.

Ma è soprattuto nelle cazoni-fiume (con testi lunghissimi) che a mio avviso mostra tutta la sua bravura, sia come musicista che come songwriter, il tutto impreziosito dalla profondità dalla sua voce.

Sono tornato a casa. E sono stato accolto nel modo migliore, con una bellissima serata di musica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...