Un 2018 TRISTE© – Canzoni per cambiare il passato e per un nuovo inizio

No. Non si può cambiare il passato.

O almeno, non in senso stretto. Però possiamo cambiare il modo in cui guardiamo ad esso. Possiamo cambiare il “colore” dei nostri ricordi.

E partendo da nuove consapevolezze, affrontare il futuro.

Continua a leggere

Annunci

Un Weekend TRISTE© – Canzoni per lasciarsi alle spalle i fine settimana

Il week end è una cosa impegnativa.

Troppe aspettative, troppe cose accumulate da fare. Troppi rimorsi.
Cerchiamo allora di lasciarcelo alle spalle e di entrare in una nuova settimana.

Continua a leggere

Un Risveglio TRISTE© – Canzoni per la Primavera e per il cambio d’orario

“Aprile dolce dormire”

Così dice l’adagio, e come spesso accade la saggezza popolare non sbaglia, sottolineando come il passaggio di stagione, oltre a segnare il risveglio della natura, causi anche qualche difficoltà ad adeguarsi ai nuovi ritmi.

E certo il cambio dell’ora non aiuta ad alzarsi prima la mattina.

Continua a leggere

Un 2017 TRISTE© – Canzoni per ricordare e per i buoni propositi

L’anno solare sta per concludersi.

Io ancora non so cosa farò l’ultimo dell’anno ma assolutamente non ho voglia di deciderlo. E per l’ennesima volta mi sto stressando perchè non lavoro durante le ferie.

Anche per il 2017 il proposito di essere più decisi nelle scelte credo possa dirsi saltato..

Continua a leggere

Un Freddo TRISTE© – Canzoni per l’inverno e per le zuppe

Vieri Giuliano Santucci per TRISTE©

E’ arrivato (finalmente?) il freddo.

Ora la quantità (e la pesantezza) dei vestiti che ho addosso rispecchia effettivamente le temperature esterne e la voglia di rimanere in casa al caldo ad ascoltare della buona musica è più forte che in altri momenti dell’anno.

E le verdure invernali sono le migliori.

Continua a leggere

Un Ferragosto TRISTE© – Canzoni per i saraghi e per i poeti

Vieri Giuliano Santucci per TRISTE©

Il tratto di costa ligure (ma al confine con le Alpi Apuane, il marmo di Carrara e la Toscana) che va da Portovenere a Tellaro è conosciuto come il golfo dei poeti.

Le calette e i piccoli borghi a strapiombo sul mare hanno visto passare, tra gli altri, Lord Byron e Shelley, D’Annunzio, Montale e Attilio Bertolucci.

Mentre la frazione de Le Grazie ha dato i natali a Giovanni Giudici.

Continua a leggere