Califone @ Init (Roma) – 6/12/2013

Tempo fa i Califone avevano annunciato una manciata di date italiane per il tour del loro nuovo disco, Stitches. Roma non era inclusa e io ero molto triste. Senza la ©.

E invece alla fine sono venuti. La band capitanata da Tim Rutili arriva all’Init (che è pure vicino casa) e io sono di nuovo TRISTE©.

Califone_InitI Califone non hanno bisogno di molte presentazioni. La band di Chicago ha detto la sua nella storia della musica contemporanea, mescolando l’America (il folk), il post-rock e la sperimentazione e soprattutto raggiungendo livelli di intensità poco comuni in tempi di facili canzoncine indie-pop (con tutto il rispetto per l’indie-pop, che ci piace molto).

E l’ultimo disco uscito quest’anno dopo 4 di attesa, Stitches, è un altro bellissimo lavoro, toccante e complesso. Di questo disco vi avevamo già parlato tempo fa in una nostra review, che potete trovare qua.

Proprio per tutto questo è per me una emozione poter ascoltare dal vivo questa band. Una emozione forte confermata dal liquido che saltella sull’orlo delle ghiandole lacrimali, difficilmente trattenuto, quando dopo pochi minuti dall’inizio del concerto si susseguono a non troppa distanza Funeral Singers e la title track del nuovo disco.

Vedere Tim Rutili e i suoi suonare a pochi centimetri di distanza è veramente qualcosa di toccante, sia per il personale amore per questo gruppo, sia perchè oggettivamente i Califone dimostrano anche nel live uno spessore ed una intesità da fare invidia a molte band.

Peccato (punto dolente della serata) che una buona parte del pubblico sembri non capire la cosa e abbia deciso che pagare 12 euro per andare in uno stanzone a chiacchierare con gli amici dei fatti propri sia un colpo di genio “très chic”.

Ma a parte questo, un concerto come quello di questa sera è una di quelle cose che ti rimane dentro e ti fa ricordare del perchè tanto ami la musica. Soprattutto quando fatta con così grande competenza e qualità.

Tra i pezzi dell’ultimo disco (no Tim, Mosè non era romano) e ripescaggi nella lunga discografia, i Califone si avviano alla conclusione del live, che vede ben due bis, nel secondo dei quali la band ci regala una versione iper-estesa ed arrangiata di Don’t Let Me Die Nervous, chicca dall’album del 2002 Sometimes Good Weather Follows Bad People.

Grazie Tim, grazie Califone e grazie Init per averli portati.

Annunci

3 pensieri su “Califone @ Init (Roma) – 6/12/2013

  1. Pingback: Califone – Stitches | Indie Sunset in Rome

  2. Pingback: Mount Kimbie @ L-Ektrica @ Warehouse (Roma) – 7/12/2013 | Indie Sunset in Rome

  3. Pingback: Califone @Unplugged in Monti @Black Market – Roma, 24/11/2014 | Indie Sunset in Rome

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...