Ezra Furman – Perpetual Motion People

Le estati durano troppo poco nelle località di mare. Ce l’ho ben presente, quella volta in cui sotto l’ombrellone prestai il mio cd originale dei Red Hot Chili Peppers ad Andrea B. Era Californication, un album decente, trascinato dal singolo Scar Tissue, una di quelle melodie pop-sensuali che garantivano i limoni sotto l’ombrellone. Poi col tempo ho imparato che i RHCP non erano niente di che, e giù gli insulti di molti, ma come i Pearl Jam, i Doors ed altre band affini, non mi hanno mai suscitato alcun interesse.

Sarà il caso, ma se penso a queste tre band assieme, riesco a visualizzare solo persone che adorano tutte e tre senza esclusioni.. mah.

In cambio presi il disco copiato di una band che stavo iniziando ad amare: Siamese Dream degli Smashing Pumpkins. Un capolavoro senza tempo di cui sto constatando la qualità ancora oggi.

Giusto per farvi capire, l’estate duró troppo poco, al punto che il mio cd dei RHCP non l’ho mai riavuto indietro. Andrea B. me lo rubò. Normalmente ce l’avrei con lui, ma certi ladri sono talmente cool che non riusciamo a non amarli lo stesso. Andrea lo era, Ezra Furman lo é.

ezra-furman

Ed é questo il motivo che mi fa propendere verso l’amore, mai l’odio, quando ascolto passaggi già sentiti, o approcci già noti. Sì, perché quando inizi ad ascoltare Restless Year con un pizzico di approccio alla Beck, ti viene da seguire la scaletta per capire da che parte ti vuole portare il Furman. E capiti dalle parti di Leon Bridges e non ci capisci più niente con Lousy Connection. Poi arriva il surf e Bob Dylan con Hour of Deepest Need.

Wobbly invece non so nemmeno io cosa sia, ma è veramente catchy ed irresistibile. Verrebbe da etichettarlo come furbo, ma alla fine, io che sono entusiasta e credulone, finisco col pensare che anche il tempismo é un arte, e la furbizia si riesce a nascondere dietro ad un muro di contemporaneità.

Perpetual Motion People é un piacere dall’inizio alla fine. Coi suoi brani leggeri e i suoi ritmi uptempo riesce a fare passare il tempo velocemente come certe estati. E se da un lato non si riesce a perdonare il manierismo sfrontato della musica di Ezra, dall’altro si é vinti da un piacere immenso nell’ascolto. Chi se lo ricorda più Californication quando si ha scoperto Siamese Dream?

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...