Pinegrove – Cardinal

Cardinal è il primo vero debutto dei Pinegrove e se andiamo a vedere la scaletta scopriamo che la prima e l’ultima canzone si chiamano Old Friends e New Friends, rispettivamente. Magari non vuol dire niente, magari non è così didascalico come sembra e non stanno dicendo che il punto cardinale di riferimento nella vita è l’amicizia.

Se però per assurdo dovessi pensarla così, potrei dare un significato a molte cose, come le lacrime che ho scoperto scorrere sul mio volto venerdì sera dopo aver visto un amico riuscire ad arrivare dove ormai non sperava più. O quel sorriso ebete che mi ritrovo in faccia al pensiero di passare il prossimo weekend a Roma ed aprile a Milano.

pinegrove-cardinal-640x640

I Pinegrove, a questo punto, sembrano aver capito tante cose più di me nella vita, soprattutto che la sincerità premia sempre e che la semplicità è una grande virtù. Non è caso siano due cose che stanno all’amicizia come il topinambur ai piatti di classe.

Si, si parte con Old Friends, quelli come il Dana, la prima persona a cui penso quando sento le note scorrere fra le orecchie e penso a quanto mi piacerebbe guidare con lui fino a Livorno per mangiare la cinque e cinque di Gagari. Dopo c’è Cadmium che passa agile mentre la velocissima Then Again riporta subito una bella sensazione di freschezza: una strizzatina d’occhio a quella musica americana un po’ Weezer e un po’ power rock che non guasta mai.

Quando si arriva ad Aphasia i toni sono più introspettivi e la musica rallenta. Siamo a metà disco e nonostante ci sia una linea che tiene unite tutte le tracce, nessuna canzone è veramente uguale all’altra. Non è certo Visiting a rompere questo gioco strepitoso, e nemmeno Waveform che porta una ventata sudista di country/folk à la Whiskeytown.

Le finali Size of the Moon e la già citata New Friends sono delle aggiunte necessarie e la seconda rispolvera delle sonorità alla Black Crowes che non si sentivano da tempo.

A volte, come direbbe Hornby si ha il bisogno di utilizzare l’arte altrui per esprimere la propria, io invece sfrutto solo certi spunti per immaginare e comprendere meglio quanto i miei amici siano i punti cardinali del mio percorso. Ci vediamo fra poco Bobo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...