H. Hawkline – I Romanticize

Sara Timpanaro per TRISTE©

Molto spesso capita che la notte prima di addormentarmi faccia dei discorsi tra me e me, e puntualmente non ho la forza, anzi la voglia, di alzarmi dal letto per prendere la penna e annotarli. Maledetta pigrizia, maledette ore piccole.

Anche per questa review avevo pensato ad un discorso, che sembrava pure parecchio brillante, sulle parole e l’amore, e su che fine fanno quelle parole che diciamo quando siamo innamorati. Poi ho pensato alla sublimazione e all’arte: salvaguardare proprio quelle parole che crediamo di perdere dopo la fine di una storia. Mal di testa?

Vi capisco.

Ad ispirarmi in questo confuso giro di parole è stato l’ultimo album di Huw Evans, I Romanticize, in arte H.Hawkline. Questo artista, di cui già vi avevamo parlato sulle nostre pagine, può vantare collaborazioni con la bravissima Cate Le Bon e il bravissimo Devendra Banhart.

“I’m in love with impossible people”, canta in Impossible People. Il cantautore gallese realizza nel suo ultimo lavoro una raccolta di storie d’amore, percorrendo una vasta gamma di sonorità affascinanti e mai noiose. E’ facile perdersi nel piano di Love Metters, tra le sonorità psichedeliche di Impossible People e Cold Cuts, e nel pop di Engineers (dove forti sono le somiglianze con la conterranea Le Bon).

Television è il brano più singolare dell’intero album. I suoni elettronici ripetuti ossessivamente tagliano il pezzo in due, creando confusione nell’ascolto, e dando così l’impressione di essere immersi nel classico vuoto del mondo moderno. Infatti il cantautore, movimentando il pezzo con una logica che sembra confusa, non fa altro che ricreare l’ossessività della cultura odierna e, in loop, si confonde tra suoni elettronici la frase “everybody watch me now with surgical precision”.

Il tema dell’ossessione ritorna anche in My Mine, però in chiave amorosa e legata al desiderio che Huw sente “pesante come una pistola”.

Riconosco che le parole hanno un duplice aspetto, a volte sono leggere, altre invece possono diventare pesanti come piombo, per questo forse è meglio dimenticarsene al mattino.

“They say that love can’t be good all the time”.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...