EELS – The Cautionary Tales Of Mark Oliver Everett

La vita, per Mark Oliver Everett, è stata un po’ diversa da una passeggiata nel parco. Lo scoprì quando ancora ragazzo si ritrovò a non poter mai più parlare a suo padre. Glielo confermò il destino, quando dopo qualche anno lo lasciò solo, nel mondo.

Ma nonostante una vita segnata da un susseguirsi di tragedie, Mark ha sempre trovato il modo di guardare al “bright side” delle cose, senza sforzarsi troppo, perché questa è la sua natura. Strano il destino.

Eels_CautionaryTales_Cover_Square_web-608x608

The Cautionary Tales of Mark Oliver Everett, è il dono di un artigiano delle emozioni verso l’umanità. Intesa come persone, esseri viventi, ma soprattutto come stato esistenziale. Un percorso che Mark ha intrapreso tanti anni fa e che questa volta riprende i fasti del meraviglioso Blinking Light and Other Revelations.

Lo si capisce quando dalla scaletta si evince che si tratta di un resoconto della propria vita, scandito da tre punti temporali/logistici: Where I Am At, Where I’m From, Where I’m Going.

All’interno del percorso però, vengono svelate molte altre vicende della sua vita: dagli uragani messi al sicuro sotto chiave (“Lockdown Hurricane” – un tributo alla Natalie di “If You See Natalie“?), alle storie d’amore finite male (“I should’ve stayed with Agatha Chang“), a tutte le volte in cui abbiamo pensato si trattasse di una serie di incomprensioni (“Series of Misunderstandings”).

E come al solito, Mark parla di se, ma parla di noi, ci parla al cuore, usando il cervello e tanto tanto tanto sentimento. In inglese si definirebbe “dedication”, come quella che dispensa e che una volta avrebbe intitolato “Things That The Grandchildren Should Know“, ma che adesso diventa semplicemente “Mistakes Of My Youth“.

Il punto è sempre lo stesso, Mark Oliver Everett è probabilmente il più grande songwriter della sua generazione e questo album ne è una sola, semplice, constatazione.

Voto NG. Io non riesco a dare un voto ad un album di EELS.

7 pensieri su “EELS – The Cautionary Tales Of Mark Oliver Everett

  1. Pingback: Un Lunedì TRISTE© – Canzoni per le Pasquette e per l’inizio della settimana | Indie Sunset in Rome

  2. Pingback: Jeff Tweedy @London Palladium – 04-11-2014 | Indie Sunset in Rome

  3. Pingback: Gli Amici di TRISTE© – Le Top 5 dei nostri collaboratori | Indie Sunset in Rome

  4. Pingback: TristeLondra – Top10 2014 | Indie Sunset in Rome

  5. Pingback: TristeRoma – Top10 2014 | Indie Sunset in Rome

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...