Real Estate – Atlas

Marzo é un mese bellissimo, non c’entra molto il fatto che fra due ore mi ritroveró nelle bianche vallate delle dolomiti con tre miei amici di lunga data, a passare una settimana incredibile; non c’entra nemmeno il fatto che, in questi giorni, a Londra splenda il sole e si respiri un’aria primaverile.

Ecco, forse é proprio il fatto di riscoprire certi piaceri che mi fa amare Marzo. Come ad esempio sdraiarsi nell’erba, sotto il sole, e mettere su Atlas dei Real Estate.

real-estate

Perché a pensarci bene, i Real Estate sono proprio come Marzo: ti conquistano con leggerezza, una complicata semplicitá e sole a sprazzi. Infatti, come non amare dal primo secondo il singolo che ha preceduto l’uscita del disco, Talking Backwards? Si potrebbe definire il pezzo pop perfetto, con quell’equilibrio agro-dolce da geniacci indie; stesso dicasi per Crime, altra notevole armonia che non perde mai quel piglio spensierato ma unico tipico della band di Ridgewood.

Ma ascoltare Atlas nel suo complesso, é piú di tutto uno splendido accompagnamento: le canzoni si susseguono mantenendo un approccio molto simile e le melodie si intrecciano senza mai forzare la mano. Guardare il cielo con Primitive e quel riff cosí delicato; Past Lives ad aggiungere una punta di amaro o The Bend ad aggiungere un tocco di spensieratezza.

Sembra proprio che la maturitá sia arrivata per questa band che con sapiente gusto riesce a creare un mix personalissimo di indie-pop. I rimandi alla psichedelia piú soft di Byrds e Grateful Dead non fa altro che dare delle solide basi al loro sound che rimane al contempo molto attuale, ma probabilmente spiazzerá gli ascoltatori casuali, premiando gli aficionados.

Gran bel disco, soprattutto per le sensazioni che riesce a regalare nella sua totalitá. Si sa, a Londra od Atlas non splende sempre il sole, ma non é forse questo il bello di Marzo?

Voto 8. Never Looking Backwards.

5 pensieri su “Real Estate – Atlas

  1. Pingback: Un Lunedì TRISTE© – Canzoni per le Pasquette e per l’inizio della settimana | Indie Sunset in Rome

  2. Pingback: Allvays + Real Estate @ Shepherd’s Bush Empire | Indie Sunset in Rome

  3. Pingback: Martin Courtney – Many Moons | Indie Sunset in Rome

  4. Pingback: Ducktails + Os Mutantes @Monk Club – Roma, 4/12/2015 | Indie Sunset in Rome

  5. Pingback: Happyness – Tunnel Vision On Your Part | Indie Sunset in Rome

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...