Shana Cleveland & The Sandcastles – Oh Man, Cover The Ground

Peppe Trotta per TRISTE©

Giorni lenti e poco produttivi si alternano a giorni densi, pieni di cose da fare, che non lasciano il tempo necessario a poterci dedicare a tutto ciò che ci piace, che vorremmo fare.

Sarebbe bello riuscire a distribuire in modo omogeneo gli impegni, ma un po’ perché la vita è un costante imprevisto, un po’ perché la nostra è la generazione del last minute, questa possibilità sembra destinata a rimanere pura utopia. Ci tocca quindi accettare lo stato delle cose, che tra l’altro non sempre è negativo.

Perché vi racconto questo per parlarvi di Oh Man, Cover The Ground? Per  voi rimarrà un mistero, ma abbiate fiducia, un nesso esiste.

shanaclevelandandthesandcastles Continua a leggere

NAVVI

Quando passi le ore ad ascoltare il progetto di Jordan Lee (Mutual Benefit), è difficile ascoltare altro. Un po’ come mi era successo per il disco dei Washed Out, non riesco proprio a fare a meno di ascoltarlo dall’inizio alla fine, o di mettere qualche pezzo in repeat all’infinito.

Per staccarmi da questa dipendenza cronica, avevo bisogno di uno shock, qualcosa di veramente diverso. Ed ecco allora NAVVI, duo electro-pop di Seattle (già, quella splendida città che oltre al basket di Kemp e Payton ci ha regalato tanta musica), che produce un electro-pop dall’accento un po’ dark, voci eteree ad effetto eco e una sapiente cura dei dettagli.

navvi

Continua a leggere