TRISTE© Sound of 2014

Tornare a casa per Natale è bellissimo. Cercherò di evitare frasi sdolcinate, ma per chi – come noi – vive lontano dalla città in cui è cresciuto, è un momento felice. Un momento che serve anche per fare un overview sull’anno appena passato, aggiornare gli amici delle proprie novità, aggiornarsi delle loro. Insomma, si diventa tutti pettegoli a suon di aperitivi, cene e bevute a destra e a manca.

Noi di TRISTE abbiamo quindi pensato di fare il punto della situazione e fare una lista delle New Bands più interessanti che abbiamo recensito in questo 2013. Un po’ come il BBC Sound of.. ma un po’ più orientato verso la musica che piace a noi (state alla larga mainstream!…o forse no..).

Triste logo

L’idea ci è venuta in mente di fronte ad un Americano (un drink che sta ai cocktail seri come il cioccolato dei Twix alle tavolette Amedei) che ho piacevolmente consumato al fine di “prepararmi gradualmente al Negroni” – come saggiamente suggerito da un mio grande amico nonché drinking-coach improvvisato.

Here we go, la nostra Top5 che come al solito ha sforato in una longlist di 8 artisti (riportati senza un ordine preciso):

Douglas Dare. Songwriter la cui Lungful è un capolavoro sospeso fra pop e dubstep.

Wolf Alice. Band che passa da Wednesday a Fluffy come se niente fosse. Chapeau bas.

KHUSHI. Quando i The National iniziano a fare scuola e gli allievi recepiscono il messaggio.

Wardell. Opossum e Call It What You Want: capolavori al sapore di anni 60 e chitarre echeggianti. Una sensibilità pop da stelle del futuro.

Ned Roberts. Red Sun ti fa sperare che un mondo migliore, da qualche parte, esista.

Ecstasy. Il nuovo EP uscito per National Anthem, ci fa capire che ci avevamo visto lungo.

Sam Airey. Melodie folk di gran classe. “..go slow, please, go slow..”

East India Youth. William Doyle è un fuoriclasse.

Queste sono le nostre scelte, vediamo a chi delle band qui elencate il nuovo anno riserverà un trattamento speciale. Nel frattempo godeteveli, ma con criterio, un po’ come un Americano bello fresco, sapendo che prima o poi arriverà il momento per dei cocktail decenti.

Annunci

2 pensieri su “TRISTE© Sound of 2014

  1. Pingback: Un 2013 TRISTE© – Canzoni per la memoria e per le feste | Indie Sunset in Rome

  2. Pingback: KHUSHI – Phanthoms (EP) | Indie Sunset in Rome

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...