Inside Out – Rosie Caldecott

Tania Moretta per TRISTE©

Le stagioni non arrivano mai improvvisamente, c’è sempre una coda di quella precedente ad annunciare l’inizio di temperature differenti.

In questo modo l’autunno sembra insediarsi lentamente negli animi del nuovo inizio: c’è chi riprende il solito lavoro, chi combatte con concorsi e trasferimenti, chi è in ansia per gli esami e chi in questi giorni deve superare i test universitari.

All’interno di tale tran tran viene a definirsi una linea comune, l’intimità! Dai colori caldi, dal cielo triste e romantico al contempo, l’autunno è una stagione intima! Intima per le nostre scelte, i nostri pensieri, i cambiamenti e la forza che a volte manca nell’intraprendere strade più o meno conosciute.

C’è chi dice che bisogna sentirsi soli per procacciare la forza dagli eventi, io mi sento un po’ sola, intima e spero sopraggiunga la forza.

RosieCaldecott_InsideOut Continua a leggere

Annunci

Ultimate Painting – Green Lane

Tania Moretta per TRISTE©

Un tramonto rosso fa da cornice alle sere calde nel cuore della nostra estate. Sembra quasi un dipinto perfetto quello dell’imminente ferragosto se non fosse per l’evidenza che in alcuni la vita quotidiana non segue il ritmo delle stagioni.

Il mio tramonto somiglia a quello invernale alle prese con la tastiera di un PC, sperando di terminare durante la formale settimana di ferie tutto il lavoro. In questi casi nella mia testa vengono a formarsi piccoli supereroi che mi illudono di comprimere la mole di impegni entro il tempo a disposizione.

Rincorrendo il barlume di pace e vacanza a cui mi sono appigliata per un anno, divento inventrice di geniali strategie. Tra quelle messe in atto in questi giorni suggerisco di accompagnare la vista del tramonto con musica capace di addormentare per un po’ il supereroe nella nostra testa…

UltimatePainting_GreenLanes Continua a leggere

Meg Baird – Don’t Weight Down the light

Tania Moretta per TRISTE©

Così cominciai ad interrogarmi sul mondo e sulle cose del mondo, non discorsi complicati, non sillogismi o logiche filosofiche, iniziai ad interrogarmi sul mondo e sulle cose del mondo.

Così cominciai a guardare il volto delle persone che conoscevo ed il modo in cui divennero diversi e strani, ad un certo punto tutti cominciarono ad esibire perversioni adulte!

Così cominciai a girare, deviare, cercare scorciatoie, vicoli unici e sicuri…mi chiusi, nascosi e tutelai dalle cose del mondo e dai volti strani. Creai un mondo nuovo, creai una ragione, una “manna” che non cadesse dal cielo ma nutrisse costantemente il mio sguardo.

Quando iniziavo a credere che i miei discorsi mentali avessero senso, allucinata dal caldo tropicale di un paese apparentemente distante dai tropici, Don’t Weigh Down the Light, l’album della cantautrice di San Francisco Meg Baird, si concluse con l’ultima canzone Past Houses.

MegBaird_DontWeighDownTheLight Continua a leggere

Sharon Van Etten – I Don’t Want To Let You Down

Tania Moretta per TRISTE©

Lo scorrere del mondo visto dal finestrino di un treno, l’odore del giorno che sta per concludersi, il corpo intorpidito su un sedile poco confortevole per confortare. Ogni giorno un viaggiatore vede scivolare tra gli occhi della mente una storia condita di speranze e paure, di successi e rinunce.

Tra il rumore delle rotaie ed il bagliore di sere calde I Don’t Want To Let You Down diventa la colonna sonora di un viaggio nel viaggio.

SharonVanEtten_IDontWantToLetYouDown Continua a leggere