Parquet Courts – Sunbathing Animal

Questa  è una recensione che arriva in ritardo. Non è stata una cosa voluta, ma un po’ una  conseguenza del periodo impegnativo in cui mi sono ritrovato ultimamente. Non preoccupatevi, non ci saranno derive “passive-aggressive” piuttosto riflessioni sulla “serendipity” che se non sapete cos’è proverò a spiegarvelo in qualche modo. Ah, perdonate gli inglesismi, ma serendipità proprio non si può sentire.

L’esatto opposto di Sunbathing Animal, un disco piacevole, preciso, psichedelico e in qualche modo sorprendente per i sempre-più-amati Parquet Courts. Che andrò a vedere mercoledì prossimo a Londra e qualche giorno dopo a Glastonbury. In your face!

WYR0514tubejktnoguidlines Continua a leggere

Annunci

Parquet Courts – Light Up Gold – 2013

Dopo le ultime recensioni, mi ero chiesto quando avrei ricominciato ad ascoltare qualcosa di più spensierato e/o movimentato. La risposta è arrivata oggi – non credo alle coincidenze – giornata di sole di questa primavera appena iniziata. Non ho idea di come sia in questo momento il tempo in Italia, ma lo scoprirò fra meno di una settimana. Nel frattempo, mi godo questo sbocciare della primavera inglese (tipicamente un rialzo sostanziale nell’ordine dei 3-4 gradi che, se accompagnato da momenti di sole, porta l’inglese medio a rivalutare l’esigenza di qualunque indumento che non sia una polo e/o t-shirt ), e il nuovo disco dei Parquet Courts, quartetto newyorkese dall’attitudine garage-rock.

ParquetCourts_AlbumArt_medium_image

Continua a leggere