Jacco Gardner – Somnium

Giulia Belluso per TRISTE©

«Mi addormentai profondamente e nel sonno immaginai di leggere con attenzione un libro preso alla fiera…» (Somnium 1634)

A ispirare il terzo e nuovo lavoro del polistrumentista olandese (di base a Lisbona) Jacco Gardner è proprio Somnium, primo romanzo fantascientifico al mondo, scritto circa quattro secoli prima da Giovanni Keplero e adesso reinterpretato in chiave strumentale e psichedelica.

Continua a leggere

Allah-Las – Calico Review

allahlas_calicoreviewSara Timpanaro per TRISTE©

Mi ricordo che spesso da bambina mia madre mi sorprendeva in camera sua davanti allo specchio con la musica ad altissimo volume, intenta a simulare uno dei migliori concerti della mia carriera.

Così, con le mani che magicamente facevano comparire un microfono, accompagnata dalla migliore band del momento, mi esibivo per il mio vastissimo pubblico, con tanto di applausi alla fine!

Oggi, a 33 anni, non è cambiato nulla.

Continua a leggere

Whitney – Light Upon The Lake

Whitney_LightUponTheLakeRitrovarsi è sempre una bella sensazione. E’ quello che succede tutte le volte che torno a casa e ritrovo i miei amici “storici”, molti dei quali, come me, dispersi per l’Italia (e per il mondo).

E’ bello soprattutto con il passare del tempo, quando ognuno di noi ha acquistato nuove esperienze che grazie al legame di sempre possono integrarsi facilmente dando vita a nuove sfumature.

Forse è proprio la stessa cosa che è successa a Max Kakacek e Julien Ehrlick.

Continua a leggere

Animal Collective – Painting With

L’unico modo per perdere un vizio è iniziarne uno peggiore. Credo sia una frase di Jack Nicholson (o Wilde o magari Francesco Flachi), una di quelle che ti perseguitano nella vita e che ti ritornano ciclicamente alla mente. Qualcuno potrebbe chiamarle déjà vu, io invece non le chiamo affatto, vengono da sole.

Tutto questo per dire che ho cominciato a collezionare dischi e da quel che mi ricordo non ho perso nessuna cattiva abitudine. Soprattutto: l’entusiasmo sfrenato, la felicità effimera, lo shopping compulsivo.

Tre cose che non vanno d’accordissimo con il mio conto in banca ed il mio conto Discogs.

AnimalCollective_PaintingWith Continua a leggere

Jackson Scott – Sunshine Redux

Aprile dolce dormire. Così dice l’adagio popolare. Non tanto per Aprile (visto che ormai è Maggio) quanto per il cambio di stagione, che se da un lato risveglia la natura (e il mio reflusso), dall’altro di primo impatto rintrona ed assopisce la gente.

In questo torpore psichedelico, forse la cosa migliore sarebbe andare a raccogliere gli asparigi e fare una buona frittata. In alternativa, trovatevi un disco adeguato da ascoltare.

JacksonScott_SunshineRedux Continua a leggere

Departure Ave – YARN

Peppe Trotta per TRISTE©

Alla disperata ricerca di un adattatore poco diffuso ma esistente. Ho cercato in tutti i mega-super-ultra centri delle grandi catene di elettrodomestici, sono andato nei negozi specializzati cittadini. Ho raccolto risposte di tutti i tipi: “non ce lo abbiamo” (gli onesti), “non esiste” (i presuntuosi o semplicemente bugiardi).

Poi per caso entro nel negozio buio di in un piccolo rivenditore del mio paese ed… eccolo! Dove meno te l’aspetti trovi quel che cerchi!

Oggi voglio parlarvi di un disco che mi ha fatto ugualmente esclamare “eccolo!”, un disco che mi ha riconciliato con una parte della scena musicale di casa nostra.

DepartureAve_YARN Continua a leggere

Parquet Courts – Sunbathing Animal

Questa  è una recensione che arriva in ritardo. Non è stata una cosa voluta, ma un po’ una  conseguenza del periodo impegnativo in cui mi sono ritrovato ultimamente. Non preoccupatevi, non ci saranno derive “passive-aggressive” piuttosto riflessioni sulla “serendipity” che se non sapete cos’è proverò a spiegarvelo in qualche modo. Ah, perdonate gli inglesismi, ma serendipità proprio non si può sentire.

L’esatto opposto di Sunbathing Animal, un disco piacevole, preciso, psichedelico e in qualche modo sorprendente per i sempre-più-amati Parquet Courts. Che andrò a vedere mercoledì prossimo a Londra e qualche giorno dopo a Glastonbury. In your face!

WYR0514tubejktnoguidlines Continua a leggere