Jessica Risker – I See You Among the Stars

Giulia Belluso per TRISTE©

Li ricordo ancora quegli immancabili pomeriggi (o intervalli scolastici) passati a ridere, divertirsi e giocare, insieme agli amici.

Le giornate sembravano non finire mai, i pomeriggi iniziavano già alle 15, il sole ci baciava per bene, e noi non facevamo altro che risplendere. Ricordo le rincorse frettolose e divertenti, i giochi con i gessetti, 1-2-3 stella e poi il mitico nascondino che chi faceva libera per tutti era un eroe, e i miei preferiti: i giochi con la corda.

Si passava da un gioco ad un altro senza mai fermarsi, lavorando di fantasia e procedendo attraverso percorsi lisergici disseminati da fiori come nel più strambo paese delle meraviglie, oppure come la vellutata voce di Jessica Risker.

Continua a leggere

Annunci

Andy Burns – Excited

Giulia Belluso per TRISTE©

Oggi a Catania è una giornata eccessivamente ventosa ma, nonostante questo, il sole sembra ormai scaldare come fossimo in piena estate.

Gli occhiali da sole sono stati rispolverati e il cambio di stagione è ormai stato fatto diverse settimane fa. Le mie allergie sono sempre più prepotenti, e tra starnuti e fedeli antistaminici, dopo quasi quattro mesi di silenzio ritorno a raccontarvi delle nostre imperdibili nuove scoperte firmate TRISTE©.

Continua a leggere

Calexico – The Thread That Keep Us

Giulia Belluso per TRISTE©

Ci sono voluti tre anni di dure sedute psichiatriche per arrivare alla conclusione che “i rapporti sono difficili e vanno coltivati”.

Esatto, coltivati. Ed è per questo che a 26 anni ho deciso di andare in giro come Natalie Portman in Léon con ben due bellissime piante grasse al seguito.

Carinina e Carinino sono diventati i compagni di tutti i giorni, io ci parlo, li curo e cerco di farli stare sempre al sole, e nonostante le spine e la loro poca loquacità in fondo siamo arrivati ad una vera connessione.

Continua a leggere

Twin Oaks – Living Rooms

Giulia Belluso per TRISTE©

E’ Venerdì sera. Ho un appuntamento con la cara Sara Timpanaro. Mi preparo.

Accendo la luce della stanza, chiudo la porta e mi rifletto nuda allo specchio. Ho appena digitato play sulla mia fedele playlist. Mi guardo allo specchio e mi analizzo.

Passerò le solite 7 o 8 canzoni che non ho più voglia di ascoltare ma che non elimino, apro l’armadio e mentre abbozzo una coreografia (pazzesca) scelgo cosa mettere. La playlist continua a scorrere e dalle note surreali degli AIR, si sposta a un ritmo decisamente gloomy.

Le mie piroette, i saltelli “aggraziati” e la mia straordinaria presenza scenica da vera professionista circense, si trasformeranno in un fermo immagine nostalgico di ricordi passati e in fantasiosi pensieri romantici su di lui.

Saranno i Twin Oaks a farmi vivere tutto questo?

Continua a leggere

Le Firme di TRISTE© – Top 5 2017

Eccoci.

Manca poco al Natale. Ancora siamo presi col lavoro, con i preparativi, con i regali.

Però io (Vieri) il modo di stressare i nostri collaboratori e farmi consegnare le classifiche di fine anno l’ho trovato.

Continua a leggere

Tomara – Favourite Ghost

Giulia Belluso per TRISTE©

Malgrado siano passati molti anni, ricordo ancora il primo testo scolastico che scelsi di leggere per le vacanze natalizie. Il meraviglioso “Canto di Natale” di Charles Dickens.

Questo racconto per ragazzi narra di un vecchio e tirchio signore dal nome Ebenezer Scrooge, che si ritrova a fronteggiare il fantasma del Natale passato, di quello presente e di quello futuro.

Non so voi, ma con i miei fantasmi io ho imparato a convivere, e qualcuno mi è diventato particolarmente caro, per la dedizione che ci ho messo per sopportarlo e accettarlo per quello che è.

Esattamente un Favourite Ghost.

Continua a leggere

Grizzly Bear – Painted Ruins

Giulia Belluso per TRISTE©

C.: “Bonjour, nous voyons quel niveau de français est, me décrit sa journée et les choses qu’elle aime”.

G.: ”Bonjour, je m’appelle Giulia, j’ai 26 ans et je suis italienne. Je me lève à 6h15 de la matin, je fais le lit, je prendre une douche et après je prendre la petit déjeuner, mais surtout il faut un bon expresso!”

Continua a leggere