Weary – Feeling Things

Vieri Giuliano Santucci per TRISTE©

Se c’è una cosa che ho sempre amato e continuo ad amare è ascoltare la radio.

Anche se purtroppo il palinsesto musicale della maggior parte delle stazioni italiane non è certo dei migliori, ci sono un sacco di trasmissioni che mi hanno accompagnato negli anni, e alcune continuano ancora a farlo.

E non parlo solo di “Tutto il calcio minuto per minuto”.

Continua a leggere

Annunci

Lavender Child – Reflections

Peppe Trotta per TRISTE©

Un altro anno è appena finito, e come sempre è stato tempo di consuntivi e buoni propositi, che spesso saranno regolarmente disattesi.

Quel che di certo non si riesce ad evitare é continuare a chiedersi in cosa ci siamo migliorati e cosa ancora dobbiamo limare per sentirci infine soddisfatti di noi stessi.

Continua a leggere

Dana Gavanski – Spring Demos

Peppe Trotta per TRISTE©

Un gesto sincero, una parola di conforto al momento giusto, quando si avverte che chi abbiamo accanto ne sente la necessità.

A volte basta poco per fare molto e non occorre perdersi in complesse elucubrazioni quanto sapersi affidare alla disarmante forza della semplicità, espressa in modo diretto mantenendosi distanti da ogni inutile e artificioso orpello.

Della cristallina bellezza che si espande da simili momenti è piena la musica di Dana Gavanski.

Continua a leggere

Alvvays – Antisocialites

Giacomo Mazzilli per TRISTE©

A volte bisogna fare i conti con la propria superficialità, limitarsi alle apparenze, basarsi sulla prima impressione. Fa male ammetterlo, ma lo facciamo tutti.

Come quando ho pensato che fosse una buona idea di mandare tutto all’aria e cambiare mestiere. E ciononostante, l’ho fatto ancora due volte (che arrivi pure la terza?). Continua a leggere

Feist – Pleasure

Albert Brändli per TRISTE©

Nel nostro vocabolario il termine “Piacere” ha così tante definizioni che ci si potrebbe perdere un giorno intero per leggerle tutte.

Pleasure è il titolo dell’album che Feist ha appena pubblicato dopo un silenzio durato circa sei anni, certamente non trascorso bivaccando.

Continua a leggere

Mac DeMarco – This Old Dog

Vieri Giuliano Santucci per TRISTE©

Un articolo del Guardian di qualche tempo fa (lo trovate qui) analizzava come la continua corsa dietro il tempo (o meglio, per riempire il tempo) e per l’efficienza stia rovinando le nostre vite.

E’ molto difficile, al giorno d’oggi, non sentire la pressione del “potrei/dovrei fare di più”. Ed anche i week end o le ferie diventano frustranti se non risultano, in qualche modo, produttivi.

Non nego di avere anche io questo problema, e per questo di invidiare moltissimo il mio caro amico Giacomino (da Giugliano in Campania) per la sua capacità di prendere le cose (tutte le cose) con estrema calma e rilassatezza.

Sì Giacomo, ti invidio un sacco. Tu e Mac DeMarco.

Continua a leggere

Timber Timbre – Sincerely, Future Pollution

Albert Brändli per TRISTE©

Chi di noi – anche per una sola volta – non ha immaginato di vivere in un altro periodo storico-musicale che non sia quello in cui viviamo?

Io, per esempio, ho spesso immaginato di vivere a cavallo tra i 70′ e gli 80′, gli anni della disco dei bee gees, donna summer, gloria gaynor (per citarne qualcuno) ma anche gli anni in cui il rock non sarebbe stato più lo stesso.

Gli anni in cui nascevano i Cure, i Joy Division, i Bauhaus.

Continua a leggere