Thanks for coming – Missing out

Sara Timpanaro per TRISTE©

Settembre come gennaio si presenta ben vestito di buoni propositi.

Le agende hanno il profumo di grandi speranze: dieta, vita tranquilla, e parole del genere senza un senso. Parole che cadono inesorabilmente nell’oblio del “poi lo faccio”, “ma si! ho ancora tempo”.

Chissà se noi siciliani siamo bravi a rimandare o più semplicemente abbiamo un senso del tempo più esteso rispetto ad altri.

Continua a leggere

Annunci

Fazerdaze – Morningside

Giulia Belluso per TRISTE©

Cara me stessa,
il giorno sembrava non arrivare mai, eppure ci siamo. Il giorno dei saluti è arrivato.
In fondo lo sai che tornerai presto, per via di quel piccolo diavoletto di tuo nipote che a breve giungerà in questo mondo, e perché la tua terra prima o poi chiederà ancora di te.

Preparata la valigia? Fai scorta di maglioni che li fa freddo. Hai preso lo spazzolino? E l’hard-disk esterno con tutta la tua vita dentro? Ma soprattutto dov’ è la maglietta della redazione?!?!?

– MAMMAAAAAA  la maglietta Triste l’hai lavata? –

Continua a leggere

Allison Crutchfield – Tourist In This Town

allisoncrutchfield_touristinthistownVieri Giuliano Santucci per TRISTE©

Una cosa che ti porti dietro quando arrivi dalla provincia (ah, la provincia..vero Francesco?) è quella strana sensazione di non sentirti mai veramente a casa tua. Specialmente vivendo in una grande (e un po’ disastrata…) città.

Quella sensazione di essere un po’ di passaggio, come i turisti. Anche dopo 10 anni. Anche se, alla fine, sei perfettamente “dentro” la tua nuova vita.

La cosa positiva è che, come un turista appunto, sei pronto a recepire il più possibile dalle esperienze che fai, perchè sai che quelli saranno ricordi che porterai con te. Da un’altra parte.

Continua a leggere

Julia Brown – An Abundance of Strawberries

Forse è finalmente finito uno dei periodi più intensi (lavorativamente parlando) della mia vita. Ovviamente basteranno pochi giorni per trovare nuovi motivi di stress e disperazione (così, perchè mi piace essere una persona positiva e solare).

Quando sono veramente incasinato, a volte mi capita di lasciarmi trasportare dai ricordi, da quell’idea che l’infanzia fosse un periodo spensierato e gioioso che ora non c’è più (che poi chi se la ricorda davvero l’infazia?).

Insomma, come per i Beatles, le fragole della nostalgia.

JuliaBrown_AnAbundanceOfStrawberries Continua a leggere

Fox Academy – Luxury Beverage

Una volta un mio caro amico si era fissato nel voler inventare qualche nuovo cocktail. Dopo qualche tentativo dai risultati tremendi fece un twist senza troppe pretese su uno screwdriver: aggiunse semplicemente un po’ di prosecco. Niente di speciale, ma il risultato fu ottimo e io da quella volta se voglio della vodka con la spremuta d’arancia faccio sempre questa aggiunta.

Spesso sono le cose semplici a dare i risultati migliori. Magari non uscirà fuori una “bevanda di lusso”, ma alla fine quello che conta è che sia buona.

FoxAcademy_LuxuryBeverage Continua a leggere

Flower Face – Funeral Kid EP

Del nostro amore per il Canada vi abbiamo parlato un sacco di volte. In tutte le salse. Musicali, culturali, ambientali. Così tante volte che quasi ci siamo stufati anche noi di ripetervelo. Quasi.

Questo per dire che anche per questa nuova recensione torniamo in Canada. E questa volta il verbo “tornare” ha un ulteriore significato. Se ci seguite, il nome di Flower Face non vi sarà nuovo: a distanza di qualche mese, vi parliamo nuovamente di questa giovanissima cantautrice dell’Ontario, che avevamo scoperto qualche tempo fa.

flowerface_funeralkidep Continua a leggere

Cyberbully Mom Club – outdoor activities

Il problema del bullismo informatico è qualcosa con cui non riesco ad empatizzare. Semplicemente per il fatto che nella mia adolescenza non ero sufficientemente connesso dal punto di vista digitale (per questioni anagrafiche, benchè di pochissimo, faccio parte di una generazione non ancora invasa da internet nella sua giovinezza) per poter essere insultato su internet dagli altri. O per insultarli. Peccato.

In ogni caso, pazienza. I tempi cambiano. Come è cambiato il modo in cui riesco a trovare nuove band da ascoltare. Su internet appunto. E allora eccovi Cyberbully Mom Club e il nuovo EP outdoor activities.

CyberbullyMomClub Continua a leggere