Julia Lucille – Chthonic

Peppe Trotta per TRISTE©

È sempre nell’equilibrio tra gli opposti che si crea una dimensione speciale capace di sorprendermi e farmi invaghire.

La compresenza di luci e ombre, l’agrodolce, l’alternanza di morbido e scabroso sono da sempre fonte di seduzione alla quale non sono capace di resistere.

Continua a leggere

Magia Negra – In The Dark

magianegra_inthedarkSara Timpanaro per TRISTE©

Solo dopo che ci siamo salutati mi sono resa conto di quanto mi saresti mancato ed il vuoto che avrei percepito in quella casa senza di te.

Sono state le parole che ho pensato mentre guidavo la macchina dall’aeroporto fino a casa dopo aver accompagnato mio fratello, e mi chiedevo come mai scriviamo lettere d’amore solo a persone che ci piacciono e che non sempre apprezzano il gesto.

Ho compreso anche come i difetti, o quelle cose che ci fanno veramente incazzare di qualcuno, sono le prime a mancarci irrimediabilmente, scatenando la bestia nel cuore: la mancanza.

Continua a leggere

Emily Wells @Unplugged in Monti @Black Market – Roma, 19/4/2016

Non molto tempo fa (si tratta in verità di qualche anno) ho scoperto che mia nonna da giovane prendeva lezioni di violino. Me l’ha raccontato con un po’ di tristezza: nonostante le piacesse davvero tanto dovette smettere perchè i genitori (con ben 7 figli) non poterono più permettersi di farla continuare.

Il violino è uno strumento bellissimo, e mi piace pensare a mia nonna che lo suona. Anche se non l’ho mai sentita. E anche se forse nemmeno lei lo ricorda più dopo tutti questi anni.

EmilyWells_UIM Continua a leggere

Davis – Summit Hour EP

Nel ’97 ero moderatamente giovane. Andavo alle scuole medie e giocavo a calcio. Classica storia da provincia italiana, come direbbe il nostro Francesco.

Nel ’97 usciva Ok Computer e la musica, che già amavo, diventò ancora di più una costante compagna di viaggio. Forse proprio in quegli anni venivano piantati i semi di quella che ancora oggi è una delle mie più grandi passioni.

Davis_SummitHour Continua a leggere

Leon Bridges – Coming Home

Marica Notte per TRISTE©

La filosofia, forse più dell’indie, è morta (e per questo, almeno dal mio punto di vista, non bisogna essere felici. Nessun motto del tipo “la filosofia è morta evviva la filosofia”. Per parafrasarne qualcuno). Forse non per tutti, perché c’è ancora qualcuno che, in apparenza, sembra apprezzarla. Questo lo si può notare in qualche straduzza romana dove libri di Nietzsche e Pasolini sono nelle mani di giovani hipster (anche se sarebbe interessante far notar loro la mancata comprensione dei pensieri pasoliniani, perché i barboni, cioè soggetti con barba lunga e folta, sono degni sostituti dei capelloni). Ma tralasciamo.

Alcuni dicono che «l’uomo è misura di tutte le cose, di quelle che sono in quanto sono, e di quelle che non sono in quanto non sono» (Protagora, fr.1, in Platone, Teeteto, 152a). Volendo tradurre in maniera molto semplice questo principio (scontato in apparenza), l’essere umano è il metro di paragone delle cose. È lo strumento attraverso il quale e per il quale l’esistente è e può essere misurato, così come ciò che non è. Misura di tutte le cose e di esseri.

Quindi volendo ancora giocare un attimo su questa relazione possiamo dire che: Sam Cooke, Otis Redding e Marvin Gaye sono anche Leon Bridges. E che Leon Bridges è e non è allo stesso tempo Sam Cooke, Otis Redding e Marvin Gaye.

Perché Leon Bridges è unicamente Leon Bridges, e in ciò risiede la sua grandezza.

LeonBridges_ComingHome Continua a leggere

Bosque Brown – Us

Peppe Trotta per TRISTE©

Anche per questo anno la scuola è finita. Evviva! No, non sono un insegnante e sono abbastanza grande per non doverci più andare da studente. L’entusiasmo nasce dal non dover più accompagnare mio figlio la mattina e quindi poter cominciare le giornate con maggiore calma. Sembra una sciocchezza, ma vi garantisco che almeno in parte sono questi piccoli dettagli che ti aiutano ad affrontare gli impegni con maggiore serenità.

A volte però quel che bisogna affrontare e provare a superare è qualcosa di molto di più di un piccolo dettaglio. Ne sa sicuramente qualcosa Mara Lee Miller, che torna a pubblicare musica dopo quasi sei anni.

BosqueBrown_Us Continua a leggere

The Wild Feathers – The Wild Feathers – 2013

Tempo di deadline, tempo di estenuante lavoro da portare a termine in tempi brevi. Come avrete capito sono la parte londinese, quella che non posta quotidianamente immagini di spiagge sulla nostra pagina Facebook. Ma sono quello meno triste. Ah-Ah.

Dopo avere aperto le porte del nostro blog a Barbarossa, è arrivato il momento di aprire le finestre per far entrare una ventata di rock. Quello semplice e diretto come solo negli States.

the-wild-feathers

Continua a leggere