Jesse Woods – Autoflower

Albert Brändli per TRISTE©

L’estate non è ancora finita che i manichini nelle vetrine sono già agghindati come se fosse Novembre, e a me questa cosa proprio non va giù.

Non perché non ami particolarmente le stagioni meno calde, nè per il fatto di dovere indossare più di un capo alla volta. Più semplicemente perché adoro l’estate, il mare, la campagna e le colonne sonore che d’improvviso si accendono.

Ad un certo punto, però – ahimè – l’estate finisce, i primi ciclamini cominciano a sbocciare, e la musica cambia.

Continua a leggere

Annunci

Rose Dorn – Speak Later

Vieri Giuliano Santucci per TRISTE©

Quando ero piccolo (e in verità ancora adesso) amavo molto visitare castelli. Grazie al medioevo e non solo, in tutta Italia abbondiamo di queste strutture imponenti e misteriose (soprattutto agli occhi di un bambino).

Dalle mie parti non mancano certo baluardi e fortezze (in fondo, anche se per un pelo, sono Toscano), e tra queste più di una fu proprietà della famiglia Malaspina.

Continua a leggere

Itasca @Unplugged in Monti @Black Market – Roma, 10/04/2017

Vieri Giuliano Santucci per TRISTE©

Non è la prima volta che mi capita di passare la vigilia del mio compleanno seduto nella saletta del Black Market ad ascoltare un live.

Era successo tempo fa con i Quilt, e si ripete quest’anno con l’attesissimo (almeno per noi) tour di Kayla Cohen.

E’ sempre bello festeggiare con la musica.

Continua a leggere

Molly Burch – Please Be Mine

mollyburch_pleasebemineSara Timpanaro per TRISTE©

Qualche giorno fa ho smarrito l’ennesimo porta tabacco.

E’ diventata una maledizione perché ogni anno ne acquisto uno e finisco per perderlo. Proprio quest’ultimo ha retto 3 traslochi in 3 differenti città. L’ho sempre trovato molto scomodo e lo usavo nell’attesa tra un porta tabacco e l’altro.

Dopo lo smarrimento ho creduto che sarebbe stato meglio non acquistarne più. Non chiedetemi come mai ho associato questa triste storia al senso dall’amore, e come oggi questo verbo così nobile, risuona nella società nel quale viviamo in modo del tutto capovolto.

Continua a leggere

Itasca – Open to Chance

itasca_opentochanceMarica Notte per TRISTE©

Ieri: la prima parte della giornata è trascorsa con una calma veloce e il cielo  sembrava essere come sospeso nel mondo, come un corda vecchissima poco rassicurante e poco incoraggiante a fare da ponte tra due punti molto distanti tra loro. Verso sera ho ascoltato la confessione di un assassino che mi è sembrata essere innocente e semplice.

Alla domanda cosa hai capito della vita qui dentro, ha risposto che la vita la fuori è fatta di piccole cose come sedersi su una panchina, guardare la gente nel parco, vedere i ragazzi al primo amore/delusione e vedere ogni giorno finire nel tramonto. E nel tramonto trovare tutta la pace e la sicurezza che serve affinché le cose vadano avanti.

Continua a leggere

Morgan Delt – Phase Zero

MorganDelt_PhaseZeroSara Timpanaro per TRISTE©

Settembre come Gennaio sono mesi che portano buoni propositi. Primo fra questi la dieta: ritornare ad un regime di vita sano è consigliato dopo un periodo di aperitivi, festini in spiaggia e cibo a volontà.

Secondo, riprendere con la propria attività lavorativa (o di studio) in modo appropriato, pensando a progetti futuri densi di buone intenzioni.

Infine smettere di bere e di fare i cazzari in giro. Insomma, niente di più sbagliato: sappiamo perfettamente che tutti questi propositi non avranno vita breve.

Continua a leggere

Mia Loucks – Dreamer’s Paradise

MiaLoucks_DreamersParadiseNon sono un amante della barche: nel senso che non amo starci sopra. Però amo le coste dove la montagna entra a picco sul mare, dove si formano piccole golette inacessibili tra spuntoni di roccia e branchi di saraghi.

Non amo le barche, ma a volte sono il modo migliore per raggiungere dei posti meravigliosi.

Un po’ come le barche, non amo molto nemmeno internet: nel senso che, come per le barche, non amo “starci sopra”. Ma alla fine internet mi è molto utile per poter raggiungere le “piccole golette nascoste” della musica. E allora ben venga pure internet.

Continua a leggere