Itasca – Open to Chance

itasca_opentochanceMarica Notte per TRISTE©

Ieri: la prima parte della giornata è trascorsa con una calma veloce e il cielo  sembrava essere come sospeso nel mondo, come un corda vecchissima poco rassicurante e poco incoraggiante a fare da ponte tra due punti molto distanti tra loro. Verso sera ho ascoltato la confessione di un assassino che mi è sembrata essere innocente e semplice.

Alla domanda cosa hai capito della vita qui dentro, ha risposto che la vita la fuori è fatta di piccole cose come sedersi su una panchina, guardare la gente nel parco, vedere i ragazzi al primo amore/delusione e vedere ogni giorno finire nel tramonto. E nel tramonto trovare tutta la pace e la sicurezza che serve affinché le cose vadano avanti.

Continua a leggere

Lucas Laufen – Goodbye

LucasLaufen_GoodbyeMarica Notte per TRISTE©

Come molte volte, questa è una di quelle in cui non riesco ad orientarmi nella mia mente che sempre più sta diventando una soffitta piena di cose in disuso.

E quando si confonde la capacità di discernere con rapidità il logico dall’illogico, il giusto dall’ingiusto, mi concentro per qualche minuto su oggetti particolari come fosse un esercizio di meditazione.

E alla fine credo funzioni perché all’improvviso riemergo come fossi risalita dal profondo delle acque.

Continua a leggere

Nick Urick – Sweet Stranger

Marica Notte per TRISTE©

Per quanto ci affatichiamo a voler tenere tutto sotto il nostro controllo, accade che a volte le cose ci sfuggano. Vanno via con semplicità e non fanno molto rumore, come quando si cammina sulla neve (o per rimanere in tema estivo sulla spiaggia) e tutto tace. Le impronte che lasciamo sono la traccia del nostro cammino che è passato di lì per andare oltre.

Per quanto cerchiamo di voler dare importanza al nostro vissuto con fatti, eventi e cose di ogni genere può succedere che a volte si possa trovar successo e altre fallimento. I pesi della bilancia sono due, l’equilibrio sta nel mezzo. E nel mezzo ci sono e restano molte di quelle cose che si celano alla nostra vista.

Il coraggio come la tenacia può fortificarci ma può anche creare illusioni che sappiamo essere tali ancor prima di iniziare. Qualsiasi sia l’inizio sappiamo già quale possa essere la fine.

Urick Continua a leggere

Kevin Hume – Something That Was Taught to Me

Marica Notte per TRISTE©

Ognuno di noi ha ricevuto degli insegnamenti, pochi di noi ne ricordano bene il contenuto.  Le parole, anche le più importanti, diventano un vago ricordo con il tempo e la voce del singolo narratore si confonde con quella di altri personaggi in un vocio di cori. In un bisbiglio di storie sentite come fossero echi e richiami.

Quando mi rivedo bambina vedo la mia testa all’insù in attesa di un messaggio. Ricordo (e a volte è davvero possibile) la sensazione di capogiro che avevo nelle gambe e negli occhi; piedi ben saldi a terra, testa verso l’alto e il mondo che iniziava a muoversi e l’equilibrio che perdeva forza e stabilità.

Sarei potuta cadere molte volte ma credo che avrei comunque continuato a guardare il cielo anche se con un ginocchio sbucciato, perché volevo dare la mia voce alle nuvole e alla luna, al mistero e alla curiosità, e vedere i volti degli adulti trasformarsi in smorfie napoletane.

Credo che il “perché” sia stato e sarà uno dei miei insegnamenti più cari. E che con il tempo spero non diventi mai una risposta.

KevinHume_SomethingThatWasTaughtToMe

Continua a leggere

Kesang Marstrand – For My Love

Marica Notte per TRISTE©

Le parole messe in fila una dietro l’altra formano frasi e alcune frasi messaggi nascosti. Possono avere o non avere nessuna qualità emotiva. Ogni singola lettera diventa una parola quando ha un senso compiuto (e questo è risaputo) ma anche quando si equilibra con le orecchie di chi ascolta e con gli occhi di legge.

Saperle usare nel giusto modo non è un’impresa facile, perché non sempre si riesce a renderle un mezzo per anticipare o snellire il pensiero altrui (o semplicemente per manifestare le proprie volontà e intenzioni).

Quando perdono forza si appassiscono come una pianta a cui non è stata dedicata abbastanza cura: con il tempo perde vitalità.

KesangMarstrand_ForMyLove Continua a leggere

Le Firme di TRISTE© – Top 5 2015

Qualche anno fa, quasi per scherzo, io e il mio caro amico ex-londinese abbiamo deciso di aprire queste pagine e riversarvi tutto il nostro amore per la musica.

“Purtroppo” voi ci avete dato troppa retta, e lo scherzo si è trasformato in una bellissima avventura che ci ha portato a raccontarvi tante storie e, soprattutto, a farvi ascoltare e scoprire tanta ottima musica.

Gli impegni lavorativi (quelli “veri”) però sono tanti e stare dietro anche a questa nostra creatura poteva diventare complicato. Fortunatamente abbiamo trovato degli amici che ci hanno dato una mano. Con la nostra stessa passione.

lefirmeditriste2015 Continua a leggere

Tiny Ruins & Hamish Kilgour – Hurtling Through

Marica Notte per TRISTE©

Ci sono momenti nella vita in cui si ha la sensazione di non aver nulla da dire in merito a niente, come se tutto potesse accadere senza la minima importanza. Questo non perché si è profondamente indifferenti al mondo dei fenomeni ma perché semplicemente ci si sente lontani. Ci si sente alla giusta distanza che serve per non allontanarsi troppo, per non perdere troppo tempo nel voler ritornare indietro.

Ci sono stati, e con molta probabilità continueranno a esserci, momenti della mia vita in cui cerco il punto di prospettiva migliore per osservare il dinamismo degli eventi, di ciò che accade senza voler elaborare alcuna opinione in merito.

Questo comportamento il più delle volte viene tradotto dai più come una povertà di spirito, ma credo che non ci sia nulla di povero nel voler giudicare prima di ragionare (e contare fino a dieci a volte non basta).

TinyRuins Continua a leggere