BBC Sound of 2013 – Review

Di cosa si tratta? BBC Sound of.. è un concorso annuale per band emergenti indetto (specifichiamolo per i meno scaltri) dalla Compagnia di Radiodiffusione Britannica, in cui critici musicali e figure (losche?) dell’industria discografica inglese votano il più promettente “New music talent”.

Sound_of_2423271b

Continua a leggere

Florence and The Machine @o2 Arena – Greenwich

La serata inizia alle tre del pomeriggio. Che non è sera, ma la notizia di The Maccabees chiamati all’ultimo momento ad aprire il concerto di Florence Welch, mi fa effetto doping. La serata inizia alle tre del pomeriggio.

music-florence-and-the-machine-02-arena-concert-3

Continua a leggere

CHVRCHES – EP – The mother we share – 2012

La febbre del Field Day è iniziata. La prima parte delle band in scaletta è uscita e ci ha dato in pasto una serie di musicisti alle prime armi con cui potremmo fare i conti nel futuro prossimo. Ad esempio, scorrendo lungo la lista degli artisti presenti l’anno scorso, ho notato una certa Jessie Ware per cui ho speso una serata a Brixton alla ricerca di biglietti (invano) e circa £25 per assicurarmi un posto allo Shepherd Bush Empire in data 14 Marzo 2013.

Quest’anno, in vista della mia seconda esperienza al festival, ho deciso di non farmi trovare impreparato ed ho iniziato ad ascoltare gli artisti in scaletta. Eccomi dunque a recensire i primi(ssimi) sforzi di un trio scozzese electro-pop che per il momento ha rilasciato solo un paio di canzoni ma che merita tutte le attenzioni del caso.

Immagine

Continua a leggere

Field Day 2013 – Un Festival TRISTE©

E’ notizia di poco fa: sono usciti i primi nomi della line-up del Field Day festival 2013. Come d’abitudine, gli organizzatori ci tengono a rilasciare i nomi delle band a poco a poco, ma i nomi della prima tranche sono gia’ sufficienti a farmi aprire il portafoglio:

Animal Collective

Bat for Lashes

Django Django

Daughter

How to Dress Well

e – tanti  – altri

Insomma, un festival che e’ ormai diventato un appuntamento assolutamente da non perdere.

Continua a leggere

Alt-J – An Awesome Wave – 2012

Fusion. E un cantato che ama distendersi fra le piane della lingua inglese  e le asperità ghiacciate di un’Islanda non troppo lontana. In sintesi, uno dei commenti più in voga su youtube è: “ma in che lingua cantano?”. In realtà non credo abbia niente a che fare con la loro provenienza: ragazzi del Cambridgeshire che si sono incontrati nella grigia Leeds (come se affiancare il colore grigio ad una città inglese avesse un valore..), dovrebbero non avere problemi con la lingua inglese

Anyway, stiamo parlando degli Alt-J (∆), conosciuti grazie al sempreverde Later.. with Jools Holland che affida ai quattro pochi minuti del suo tempo per farli conoscere al grande pubblico. L’effetto è interessante: una band il cui album è uscito nella primavera scorsa ed è passato semi-inosservato ai più, adesso sembra proiettare la band nel purgatorio delle potenziali star del futuro. Ne parlano in molti, e li mettono come candidati alla vittoria finale del “BBC sound of 2013” e vincitori al Mercury Prize (l’anno scorso vinsero The XX). A noi di TRISTE© piacciono molto, e giusto per loro abbiamo fatto un’eccezione, quella di recensire un album che non era fresco di release, sicuri che ne valesse la pena.

Continua a leggere