Haim – Days Are Gone

Il trio US-indie più trendy del 2013 arriva finalmente all’atteso esordio su lunga distanza. Alcuni le ricorderanno come vincitrici del BBC sound of 2013, altri per le stravaganti uscite da Letterman, io principalmente per averle viste aprire Maccabees e Florence and the Machine quasi un anno fa.

Già dai tempi del sound of.. ho sempre avuto delle riserve sul trio losangelino (non ne ho certo fatto segreto) e devo dire che questo LP non le ha attenuate.

HAIM-DAYS-ARE-GONE

Continua a leggere

Factory Floor – Factory Floor

How do you define a great album? In 2013, a great album shouldn’t be from a ginger singer, that’s it (cit.)

Rosci o no, Factory Floor nel 2013 è già sinonimo di grandissima qualità, proprio quella che esce da ogni singola nota prodotta, aspettata, centellinata. Il suono di questa band è il risultato di un’alchimia rara, venuta al mondo mescolando attualità, modernismo e passione nei dettagli, perchè ogni singolo suono è sospeso in un equilibrio precario ma il risultato finale è una stabile e robusta miscela che funziona alla perfezione.

factory floor

Continua a leggere

Babyshambles – Sequel to the Prequel – 2013

Quando scopro che l’artwork è stato affidato a Damien Hirst (senza dubbio ipervalutato ma al contempo eccezionale artista contemporaneo), capisco di essere un po’ invidioso della vita di Pete Doherty. Ok, magari no.

Sequel to the Prequel arriva un po’ come un fulmine a ciel sereno, dopo una pausa durata ben 6 anni e soprattutto arriva con un bel po’ di pregiudizi, come è normale che sia. I Babyshambles sono da sempre stati considerati una band marionetta nelle mani di Peter (eh si, adesso vuole farsi chiamare così), e non hanno mai smesso di essere considerati dei Libertines B. Fino ad oggi.

babyshambles - 2013

Continua a leggere

Violacida – Storie Mancate – 2013

Io sono milanista, ed oggi è un giorno felice per tutti noi: un grande campione è appena tornato a casa. Non c’entra granché, a meno che i Violacida non siano milanisti. Lo spero per voi, c’è in ballo mezzo voto in più (o in meno).

Storie Mancate è il primo album dei lucchesi (città meravigliosa) Violacida, band interessantissima che propone un mix pop-folk-rock che richiama da subito alla mente Violent Femmes (e di conseguenza Zen Circus) grazie alle loro melodie dirette e viscerali.

violacida-musica-streaming-storie-mancate

Continua a leggere

The Dodos – Carrier – 2013

Fine Agosto, ritorno dalle vacanze (anche se ho lavorato sul mio portatile quasi ogni giorno). Addio Pastis, addio Petanque, addio Cigales.

Il miglior modo per riprendersi è non pensarci, così decido di recensire un nuovo disco. Gli scaffali virtuali di iTunes offrono i nuovi lavori di King Krule e Julia Holter. Sembrano essere interessanti a giudicare da certe recensioni entusiaste, poi li ascolto e recensisco The Dodos.

Dodos-Carrier-1024x1024

Continua a leggere

The Wild Feathers – The Wild Feathers – 2013

Tempo di deadline, tempo di estenuante lavoro da portare a termine in tempi brevi. Come avrete capito sono la parte londinese, quella che non posta quotidianamente immagini di spiagge sulla nostra pagina Facebook. Ma sono quello meno triste. Ah-Ah.

Dopo avere aperto le porte del nostro blog a Barbarossa, è arrivato il momento di aprire le finestre per far entrare una ventata di rock. Quello semplice e diretto come solo negli States.

the-wild-feathers

Continua a leggere

Washed Out – Paracosm – 2013

Il nuovo lavoro dei Washed Out, è un album delicato. Ah, questo aggettivo mi fa subito pensare a tutte le volte in cui, usandolo per definire il gusto di una pietanza, venivo subito schernito da mio fratello e definito “Il Delicato”. Ahahah.

Anyway, Paracosm l’album che a distanza di due anni riprende le linee del piacevole debutto Within Without vede Ernest Greene, la mente dietro al progetto WO, alle prese con la creazione di un mondo immaginario, ipse dixit.

Print

Continua a leggere