King Creosote – Astronaut Meets Appleman

kingcreosote_astronautmeetstheapplemanUna cosa molto importante è sapersi prendere il proprio tempo. Per rilassarsi, per fare le cose nel modo giusto, per dare alle cose il giusto peso.

Io non lo so fare.

Accumulare impegni e progetti in modo quasi compulsivo da l’impressione di stare effettivamente facendo qualcosa. Purtroppo questa abitudine rischia di intaccare sensibilmente la qualità dei risultati.

Continua a leggere

Annunci

Anna Meredith – Varmints

Io penso che i nostri giudizi siano un po’ come la nostra percezione visiva. Per quelli che non sono troppo familiari con il concetto, vi dico semplicemente che quello che vediamo è composto da una miriade di istantanee che vengono registrate dal nostro sistema visivo e poi ricomposte dal nostro cervello.

Finisce cosi che, a volte, l’idea che ci facciamo di una cosa è basata sulla nostra percezione dei dettagli: quelli che riusciamo ad estrarre dalla miriade di informazioni visive che ci circondano.

Varmints è un disco che ti riempie di dettagli meravigliosi, una tempesta.

Varmints-Packshot Continua a leggere

King Creosote – From Scotland With Love

Io non bevevo whisky. Il motivo era un semplice errore: quando assaggiai per la prima volta questo distillato lo feci con del bourbon, per altro di bassissima qualità (leggi Jack Daniel’s) e feci una sbagliatissima generalizzazione. Poi, non ricordo nè quando nè come, assaggiai uno scoth whisky scozzese. E fu amore.

Dalla Scozia con Amore, appunto. Come il nuovo album di Kenny Anderson, ai più noto come King Creosote. Eccovi la nostra review.

kingcreosote_fromscotland Continua a leggere

Un Viaggio TRISTE© – Canzoni per spostarsi e per il caldo umido

Il caldo, la pioggia, l’umidità. Tutto assieme. Ed in più io in meno di una settimana ho preso più mezzi di trasporto tra aerei, autobus, treni, taxi e auto di amici che una persona normale in 4 mesi.

Per fortuna c’è la musica. E le nostre playlist.

UnViaggioTRISTE Continua a leggere

East India Youth – Total Strife Forever

East India Youth è uno che guarda dritto negli occhi.

Dopo averci fatto saltare dalla sedia in occasione del primo singolo Heaven, How Long (primo artista per “The Quietus” – che inizio!), averci fatto tirare fuori parole al miele nella recensione ed averci fatto alzare presto l’anno scorso per andarlo a vedere alle 12 al Field Day, William Doyle ci ha regalato un album da top10 2014. Che bello!

East_India_Youth_-_Total_Strife_Forever_1383662380_crop_550x550

Continua a leggere

#TristeLondra – 2013 Top 10 Albums

Io ho problemi di iperattività entusiastica: ho rivisto i voti dati agli album che ho recensito quest’anno, tutti alti, ma sono tutti dischi splendidi. Fare il punto della situazione e farlo con obiettività non sarai mai una delle mie “strong skills”.

La mia Top 5, di per sé, è una top 15, per questo sono stato costretto a modificarla e farla diventare una top 10 (spero apprezzerete lo sforzo). La mia lista finale ha, quindi, un mare di premesse, tante quanto i sillogismi mentali e le restrizioni/filtri che ho dovuto applicare per venirne fuori con una classifica meritocratica.

TristeLondra Best of 2013 Continua a leggere

Jon Hopkins – Immunity – 2013

Io non conoscevo Jon Hopkins prima di oggi. Un po’ ho provato vergogna per la mia disastrosa ignoranza, un po’ ho pensato che alla fine, l’elettronica non è il mio campo. Mi era già successa una cosa del genere qualche anno fa (precisamente nel 2006), quando mi finì tra le mani il disco di James Holden, The Idiots Are Winning. Lump era subito diventata la suoneria del mio telefono, a ricordarmi ogni tanto di come sia possibile avere feeling psichedelici anche senza fare uso di sostanze sintetiche.

Ecco, per me negli ultimi 7 anni l’elettronica (a parte James Blake) non era riuscita a trasmettere le stesse sensazioni del disco di JH (che fra l’altro sta per dare alla luce un nuovo LP), tanto che alla fine, pensavo davvero che gli idioti avessero vinto.

jon-Hopkins-Immunity

Continua a leggere