Methyl Ethel – Everything Is Forgotten

Giulia Belluso per TRISTE©

Se una cosa è certa nella vita (no non parlo della morte) è che le cose che più ci piacciono al mondo o fanno male, o sono illegali o fanno ingrassare!

Sebbene io non sia una scienziata, so bene che alcune cose, come la nicotina, i dolci e persino l’amore riescono a riempire il nostro nucleo caudale (per intenderci la base del nostro cervello) di dopamina, che riesce così a renderci schiavi e dipendenti dalla brama di “qualsiasi” sostanza.

La droga sviluppa in noi una dipendenza e, variando a seconda delle dosi di assunzione, può agire come stimolante (se minima), come sedativo (in quantità maggiore) e come veleno tossico a tutti gli effetti, se assunta in grandi quantità.

Di certo adesso non inizierò a parlare del mio fittizio passato da tossica, tutt’al più, invece, vi dirò che la musica mi crea una vera e propria dipendenza. Soprattutto i gruppi come i Methyl Ethel che mi rendono una “tossica” bisognosa della sua dose giornaliera. Continua a leggere

Nemuke – Still

nemuke_stillGiulia Belluso per TRISTE©

I Fischio – Salgo il primo gradino –
II Fischio – In men che non si dica sono in piedi sul trampolino –

Assumo la posizione, il piede sinistro è più avanti rispetto al destro (piccolo rito scaramantico).

III Fischio – E’ il mio turno. Mi tuffo! –

Continua a leggere

Adorable – Against Perfection

adorable_againstperfectionFrancesco Amoroso per TRISTE©

Ci sono quelle band che hai amato, magari intensamente, per qualche anno, o anche solo per qualche mese e che poi hai abbandonato, lasciandole lì in un angolo del tuo cervello (e del tuo cuore), dimenticate ma non cancellate.

E lì, in quell’angolino, sono rimaste fino a quando, decine di anni dopo, un incontro casuale su internet, il ritorno sulle scene di uno dei suoi membri o una qualsiasi altra causale circostanza, non te le ha fatte tornare in mente all’improvviso.

Allora non puoi che correre ad ascoltarle di nuovo e sai già che l’amore si rinnoverà immediatamente, anche se per una sola volta ancora, prima di tornare ancora in quel dimenticatoio pullulante di grandi e fugaci amori musicali.

Continua a leggere

Pavo Pavo – Young Narrator in the Breakers

pavopavo_youngnarratorinthebreakersAlbert Brändli per TRISTE©

Che l’estate sia finita non vi è alcun dubbio, anche qui in Sicilia, dove generalmente possiamo godere di giorni perlopiù assolati e stare intere giornate a gironzolare senza tenere in mano un ombrello fino a che il calendario non sia arrivato al capolinea.

Invece eccolo qui, quel freddo gelido che ti costringe ad assumere una postura che non giova alle spalle e che ti impone sempre più di stare in casa.

In più, oggi, piove a dirotto.

Continua a leggere

Twin River – Passing Shade

TwinRiver_PassingShadeSara Timpanaro per TRISTE©

Ricordo che da bambina, quando giocavo da sola, a volte mi ritrovavo a rincorrere la mia ombra. Mi divertivo un casino a girare come una trottola sotto il sole caldo della mia isola, credevo fosse magico vedere quella parte di me che non avrei preso mai  e che paradossalmente ero io stessa a proiettare.

Si, ho iniziato presto a farmi le pippe mentali: questo ricordo mi ha aiutata a ricostruire la faccenda. Ed era inevitabile per me riportarlo alla memoria
non appena ho letto il titolo del secondo album dei Twin River: Passing Shade.

Continua a leggere