Cloud Nothings – Here and Nowhere Else

A qualcuno potrá sembrare strano, ritrovarsi ad ascoltare noise-indie-rock in un blog che recensisce principalmente indie-folk, ma é solo frutto della nostra schizofrenia.

Siamo due teste ed ognuna ne ha una molteplicitá pericolosa. Io sono quello a cui piace il grunge e l’elettronica; l’altro é quello che ama i Pink Floyd. Giá, perché per me la psichedelia é esistita solo nella triade californiana Grateful Dead, Love, Jefferson Airplane.

6bdc5341 Continua a leggere

Neil Halstead + Junkfood @ Circolo degli Artisti (Roma) – 03/04/2014

Ieri sono tornato a casa dal lavoro e ho scoperto di avere telefono ed internet staccati. Ora, visto che le bollette le ho pagate tutte (malfidati…), si prospetta di fronte a me un nuovo baratro di stress: dopo la lunga epopea con Acea (di cui vi ho informato con assiduità) potrebbe iniziare quella con Fastweb.

Fortunatamente la serata promette qualcosa di meglio. Il Circolo degli Artisti ci fa lo splendido regalo di chiamare a Roma Neil Halstead, e per un po’ di tempo posso scordarmi delle mie battaglie burocratiche.

NeilHalstead_CircoloDegliArtisti Continua a leggere

The War On Drugs – Lost In The Dream

Gli anni 80 sono probabilmente la decade piú lunga della storia dell’umanità, o almeno così sembra. Già perché probabilmente anche voi ci avete fatto caso, sono anni che si sente dire come certi artisti abbiano preso ispirazione dai suoni di questa decade.

Ecco i The War On Drugs, un po’ ce l’hanno il suono anni 80, ma hanno deciso di ispirarsi a quel sottoinsieme di musicisti che in quegli anni non hanno perso la testa per il sintetizzatore.

wodlp3.11298covertext Continua a leggere

Real Estate – Atlas

Marzo é un mese bellissimo, non c’entra molto il fatto che fra due ore mi ritroveró nelle bianche vallate delle dolomiti con tre miei amici di lunga data, a passare una settimana incredibile; non c’entra nemmeno il fatto che, in questi giorni, a Londra splenda il sole e si respiri un’aria primaverile.

Ecco, forse é proprio il fatto di riscoprire certi piaceri che mi fa amare Marzo. Come ad esempio sdraiarsi nell’erba, sotto il sole, e mettere su Atlas dei Real Estate.

real-estate

Continua a leggere

Blaenavon

Il loro EP, Gods, è uscito qualche mese fa, ed anche se il titolo è un po’ fuorviante, si tratta certamente di un esordio interessante – e forse non si tratta di un tipico understatement inglese!

Loro sono i Blaenavon, band che proviene dall’Hampshire, verde contea a sud-ovest di Londra famosa per aver dato i natali a Carl Barat. Almeno per me.

a0952118067_10 Continua a leggere