Will Stratton – Rosewood Almanac

Vieri Giuliano Santucci per TRISTE©

Il bello della musica è che la ritrovi quando meno te l’aspetti.

Qualche tempo fa ero a Bordeaux (città bellissima) e mi aggiravo con la mia solita ansia, questa volta motivata dal fatto che a breve avrei dovuto sostenere il “viva” per il mio PhD (perchè fossi a Bordeaux per sostenere un viva dell’Università di Plymouth è altra storia).

Entrai in un piccolo (e non troppo fornito) negozio di dischi, e sbirciando distratto mi capitò sotto mano un disco che tanto avevo apprezzato, Grey Lodge Wisdom.

Continua a leggere

Annunci

Vagabon – Infinite Worlds

Marica Notte per TRISTE©

Quando si hanno poche cose da dire è perché si vive regolarmente senza intromissioni di contro-regole.

Quando la tua vita è uno spostamento tra tre piccoli luoghi geografici italiani le cose non cambiano molto (solo la lingua del volgo cambia). Quando si vorrebbe avere una vita a metà tra le avventure di Indiana Jones e il Diario di Bridget Jones (solo ora noto l’omonimia del cognome), ma gli ostacoli principali sono le vertigini, il non sopportare insetti mortali, il non saper gestire molti maschi nello stesso tempo, allora semplicemente (e questo non implica direttamente l’accontentarsi) prendi atto che il volere una visione romantica della vita non è direttamente proporzionale al poter averla.

E il rischio è quello di creare un cerchio in cui tutto si ripete. Il cerchio, però, è una figura geometrica perfetta.

Continua a leggere

Julie Byrne – Not Even Happiness

juliebyrne_notevenhappinessMarica Notte per TRISTE©

Non è una breve prosa moralistica questa, è un parlare sincero è un tentativo di rendere corporea la mente.

Io credo nell’anima. Credo nell’intoccabile, nell’indicibile, nell’inudibile. Perchè credo che dei sensi ci si possa servire anche al contrario.

Io credo nell’anima in vita e so che questo non vale del tutto, perché l’importanza di questo soffio, vento nel viale di ciliegi in fiori, deve essere eterna.

Continua a leggere

Pavo Pavo – Young Narrator in the Breakers

pavopavo_youngnarratorinthebreakersAlbert Brändli per TRISTE©

Che l’estate sia finita non vi è alcun dubbio, anche qui in Sicilia, dove generalmente possiamo godere di giorni perlopiù assolati e stare intere giornate a gironzolare senza tenere in mano un ombrello fino a che il calendario non sia arrivato al capolinea.

Invece eccolo qui, quel freddo gelido che ti costringe ad assumere una postura che non giova alle spalle e che ti impone sempre più di stare in casa.

In più, oggi, piove a dirotto.

Continua a leggere

Kelsey Lu – Church

KelseyLu_ChurchEPPeppe Trotta per TRISTE©

L’estate è a pieno regime e ho voglia di mare e di vacanze. Mi ritrovo invece immerso nel lavoro e alle prese con doveri da assolvere che eviterei volentieri.

Tra questi una serie di matrimoni (perché la gente continua a sposarsi nel 2016) che mi costringono a vivere ore pomeridiane di caldo intenso vestito di tutto punto all’interno di una chiesa.

Una sensazione particolare rimetterci piede, riemergono i ricordi di quando da bambino ero un frequentatore assiduo, immagini che immediatamente si fondono al mio attuale, distaccato punto di vista sulla religiosità.

Continua a leggere

Mason Blake – Sweethearts

MasonBlake_SweetheartsQui su TRISTE© la cosa che facciamo con più costanza (oltre che lamentarci. No aspetta, questo vale solo per me) è cercare continuamente nuove band da proporvi.

Bandcamp è un po’ il nostro sito preferito, e spesso ci appassioniamo di band e artisti sconosciuti che speriamo possano emozionare anche voi.

E una cosa ancora più bella è quando dopo tempo ritroviamo qualcuna delle nostre vecchie scoperte e ci accorgiamo che sono ancora in grado di convincerci.

Continua a leggere

Frankie Cosmos – Next Thing

Sara Timpanaro per TRISTE©

Viviamo in un epoca sempre più compromessa da sostanze tossiche: il fumo di sigaretta per esempio, o lo smog. Ma per alcuni anche il sentimento più nobile può avere effetti tossici: l’amore.

Greta Kline, classe 1994 originaria di New York, conosciuta come Frankie Cosmos descrive apertamente, nel suo secondo lavoro, le gioie e sopratutto i dolori che tale sentimento a volte include.

FrankieCosmos_NextThing Continua a leggere