TRISTE© #Roma – Top 10 2018

Vieri Giuliano Santucci per TRISTE©

Non sono mai stato bravo a godermi i momenti belli della vita.

Sempre proiettato in avanti (o meglio, sempre proiettato verso i problemi che arriveranno), non ho una grande capacità di vivere appieno il “qui ed ora”.

Solo quel mare e quelle rocce ormai lontane (ma a cui sempre ritorno), mi placano.

Continua a leggere

Phosphorescent – C’est la vie

Vieri Giuliano Santucci per TRISTE©

Non è facile stabilire quale evento o quale consopevolezza ci renda adulti.

Non è certo la maggiore età (soprattutto al giorno d’oggi), ma nemmeno il lavoro, nè la separazione dal proprio nucleo familiare. Me lo sono chiesto tante volte perchè io, nonostante l’età, ancora mi sento “figlio”.

Me lo sono chiesto tante volte. Ma una risposta precisa non l’ho ancora trovata.

Continua a leggere

Monk Parker – How the Spark Loves the Tinder

Di fronte alla magnificenza e alla grandezza della natura l’uomo, secondo Kant, prova un senso di paura ed attrazione che sta alla base della sua definizione del Sublime.

Io di fronte alla magnificenza e alla grandezza della natura, in genere, riesco a rilassarmi. Specialmente se l’orizzonte si staglia molto in lontananza, come succede guardando il mare o trovandosi nel mezzo del deserto o della prateria.

Non avendo a disposizione in questo momento nè mare, nè deserto, nè prateria, un buon sostituto riesco a trovarlo in How the Spark Loves the Tinder.

MonkParker_HowTheSparkLovesTheTinder Continua a leggere

Phosphorescent @The Workmans Club – Dublin, 17/07/2014

Partire da Roma e raggiungere l’Irlanda per un concerto che per metà (i The National) si sarebbe svolto nella Capitale la settimana successiva sembra una cosa un po’ priva di senso. Sì, ma se l’altra metà è la band di Matthew Houk e se seguite un po’ il nostro blog sapete che questo concerto non ce lo saremmo persi per nulla al mondo.

Ma la cosa ancora migliore è che io arrivo a Dublino il giorno prima della parte londinese di TRISTE© e mi accorgo che Phosphorescent avrebbe fatto un pre-show in un bel locale sul “lungo Liffey”, il The Workmans Club. Biglietti comprati al volo e doppio live garantito.

Phosphorescent_Dublin_WorksMan

Continua a leggere

#TristeRoma – 2013 Top 10 Albums

A differenza del mio “collega” londinese, io non sono propriamente un “concentrato di entusiasmo” (no, proprio no). Ragiono molto (troppo) sulle cose. E freno gli slanci. Tant’è che spesso nemmeno metto i voti ai dischi che recensisco mentre altre volte mi accorgo col tempo di essere stato troppo stretto di maniche.

Questo però non vuole dire che non mi sia letteralmente consumato un sacco di dischi anche negli ultimi 12 mesi. E che non abbia apprezzato l’ottima qualità di questo anno di musica. Tenendo presente che le classifiche sono sempre qualcosa di difficile e (soprattutto) di personale, ho cercato di mettere insieme i 10 dischi che più ho apprezzato in questo 2013. Recuperando per l’occasione un po’ di slancio.

bestOf2013_TristeRoma Continua a leggere

Phosphorescent, Björk (more) @ RBC Bluesfest @ Lebreton Flats (Ottawa, On) – 13/07/2013

In questi giorni sono per lavoro in Canada. Quando ho saputo di dover andare a Ottawa mi sono detto: vediamo un pò se c’è qualche concerto nei giorni in cui sarò lì.

Beh, qualcosa ho trovato: l’Ottawa Bluesfest. Un signor festival (che di blues oramai ha quasi solo il nome, eccenzion fatta per qualche artista) con una line up di tutto rispetto e con una durata di ben 10 giorni. Io ho deciso di andare sabato 13 luglio: tra gli altri, Phosphorescent e Björk. Non male direi.

blues2 Continua a leggere

Un tramonto TRISTE©

Anche se il titolo del post non lascia ben sperare, state tranquilli, non vi stiamo lasciando. Anzi, con quel fare distaccato e faccia-da-schiaffi alla Jean Paul Belmondo, vi vogliamo quasi bene. Tanto bene che in questa stagione meravigliosa, vi facciamo un altro regalo: la nostra seconda playlist.

Questa volta però l’abbiamo studiata per accompagnarvi in un determinato momento della giornata che, come mai si riuscirebbe a capire dal titolo, è il tramonto. Una playlist dedicata a quel momento meraviglioso di ogni giornata di primavera nel quale, nonostante le ore di lavoro alle spalle, si trova sempre l’entusiasmo giusto per andarsi a fare un bell’aperitivo “Al Fresco”.

Uno spritz per favore.